Verso le finali-scudetto 2008. Ruggero Bagialemani racconta il mondo del Nettuno e avverte: “Lo Steno Borghese sarà il nostro Colosseo”

27 08 2008

di MAURIZIO ROVERI

Gira e rigira, il Nettuno fa sempre sentire la voce delle sue mazze. Il club che ha vinto 17 campionati italiani (sì, perché anche il Torneo d’Oro del 1958 era uno scudetto…) è abituato a stare in alto. Quando il gioco si fa duro, i “duri” emergono. Un anno fa di questi tempi i nettunesi portavano lo squadrone del Montepaschi Grosseto ad una insidiosa gara7 nella serie per il titolo. Sono passati dodici mesi, i maremmani campioni in carica già usciti di scena, il Nettuno no. Il Nettuno si batterà ancora per lo scudetto. E stavolta non farà sentire soltanto il tuono delle sue mazze, ma ci saranno anche i lampi. I lampi dei suoi lanciatori: Nelson Cruz, Giovanni Carrara e il magico Carlos Richetti di questa stagione. Perché è qui, sul monte di lancio, che il club laziale si è rinforzato rispetto al passato. Aspetto fondamentale per arrivare a conquistare un titolo. Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Intervista a Manuel Cortina, il “professore” che costruisce i lanciatori, parlando di Cuba, del baseball italiano, dei tecnici cubani e della Seleccion di Pacheco

5 06 2008

di STEFANO ARCOBELLI

Metti una mattina al Kennedy, a parlare di baseball un pitching coach e un giornalista, davanti a una partita del campionato cadetti tra Milano e Codogno. Ne vien fuori una chiacchierata così coinvolgente da interessare i massimi sistemi (la Major League americana) e i piccoli movimenti (come in questo caso del baseball lombardo). Il pitching coach in questione è Manuel Cortina, per anni in nazionale azzurra, sia nello staff del compianto Silvano Ambrosioni che in quello di Giampiero Faraone. Ora Manuel lavora per il Codogno, e si vede: lui fa parte di quei 73 coach cubani che ogni anno arrivano in Italia attraverso l’accordo tra federbaseball e ministero dello sport dell’isola caraibica.

Leggi il seguito di questo post »





Mazzotti racconta l’impresa del Grosseto a Nettuno: “A fare la differenza è stata l’intensità della mia squadra in ogni gara”

28 04 2008

di GIULIO DE PAOLA

Non accadeva dal 1986, l’en plein del Grosseto a Nettuno. Dai tempi della Grohe, lo squadrone del divino Olsen, di Cretis, Stimac, Massellucci, Cortese, Gianmario Costa, Luongo, Mazzieri. Era il primo anno del campionato con la formula dei playoff.La stagione del primo scudetto maremmano, conquistato battendo in finale la Trevi Rimini al settimo round. Una bella indimenticabile storia di ventidue anni fa. E adesso, nel 2008, il Grosseto targato Montepaschi e diretto da Mauro Mazzotti ha firmato di nuovo l’impresa di “fare il pieno” a Nettuno: tre successi allo “Steno Borghese”. Abbiamo intervistato il timoniere del BBC Grosseto. Ecco le sue sensazioni:

Leggi il seguito di questo post »





Tonino Micheli si candida alla presidenza della Federazione: sarà lui l’anti-Fraccari

21 04 2008

di GIORGIO GANDOLFI

Allora, Tonino Micheli, è vero che ti candidi alla presidenza della FIBS in alternativa a Riccardo I° o Riccardo II° che dir si voglia ?
“ Sì, sto facendo un giro d’orientamento in Italia, ho ascoltato varie opinioni, ora deciderò in materia ma sono sul punto di dire che mi candido”.
Non mi sembra che sia la prima volta…
“ Anche sei anni fa feci parte di una squadra o meglio di un gruppo nel quale però c’erano troppi leader, per cui finii col rinunciare. Stavolta penso di correre da solo, eventualmente con un paio di attuali consiglieri ma con una formazione completamente nuova di gente che ha le idee chiare e soprattutto una caratteristica: vuol bene al baseball e al softball. Gente di A-2, di serie D, dei due nostri sport, gente che si sta preoccupando perché hanno l’impressione che i loro sport stiano scomparendo al di là di certe esagerazioni, di programmi fragorosi però privi di sostanza. Quando tutti sappiamo che non è così”. Leggi il seguito di questo post »





Banchi e la IBL che verrà. “Sogno un baseball meno regionale e con tanto Sud”

13 03 2008

di MAURIZIO ROVERI

Il baseball italiano, di oggi e di domani, visto con gli occhi le idee i progetti e la competenza di Claudio Banchi. Da tredici anni è nello staff dirigenziale del Grosseto. Dal 1995 al 2000 come general manager, poi nel ruolo di presidente. E da quando Banchi ha preso il timone dello storico BBC, il salto di qualità è stato evidente. Anno dopo anno. Sul piano dell’organizzazione, della credibilità, dei risultati. Scudetto 2004, Coppa dei Campioni 2005, scudetto 2007, supercoppa italiana nel 2003. E anche un altro grande successo: l’aver saputo portare sul “diamante” un marchio di prestigio straordinario come il Monte dei Paschi, la più antica Banca del mondo fra quelle tuttora in attività.
Personaggio dinamico, brillante, ambizioso, Claudio Banchi (49 anni) è uomo da prima linea. Che sa lottare per le proprie idee. Con la capacità di essere coinvolgente. Il suo BBC Grosseto possiede una struttura che è all’avanguardia in questa delicata, faticosa, importante fase di passaggio del baseball italiano verso il professionismo.
L’Italian Baseball League, oggi e domani. Progetti, problemi, obiettivi. Fra sogno e realtà, difficoltà e speranze. La situazione nell’interpretazione del dirigente grossetano. Leggi il seguito di questo post »