Bologna e Nettuno, storia e aneddoti della “superclassica” del baseball italiano. In campo 24 scudetti e 6 coppe dei campioni

23 05 2008

di MAURIZIO ROVERI

Saranno in campo ventiquattro scudetti e sei coppe dei campioni, questa sera e domani al “Gianni Falchi” di Bologna. Sarà in campo un grande pezzo di storia del baseball italiano. E’ quanto rappresentano il mitico Nettuno e la gloriosa Fortitudo Bologna.
Diciassette volte campione d’Italia, il Nettuno Baseball Club (compreso un Torneo d’Oro che la Federazione di allora s’inventò nel 1958 perché il Nettuno era “fuori quota”, troppo più forte degli altri…). E per quattro volte è salito in cima all’Europa, questo club laziale che cominciò per primo a scrivere il romanzo del nostro baseball. Sette, invece, i titoli tricolori e due coppe dei campioni per la Fortitudo. Che ha disputato anche altre quattro finali, perdendole, nella principale competizione europea per club.
Sfida antica, gonfia di fascino e di forti passioni. Quando Bologna e Nettuno s’incrociano è sempre un evento. E sono sempre battaglie aspre, coinvolgenti, eccitanti fra club che si rispettano e si temono. Energia e pathos raggiungono il massimo. Leggi il seguito di questo post »

Annunci