Tributo al leggendario Yankee Stadium, sul quale è calato il sipario: Doubleplay vi “regala” la storia a puntate (fatti, personaggi, curiosità, aneddoti, filmati) della Casa che Babe Ruth ha costruito

27 09 2008

di MAURIZIO ROVERI

Non era uno stadio qualunque. Non è mai stato uno stadio qualunque. Lo Yankee Stadium era lo Stadio per eccellenza, il più conosciuto nel mondo. Era la Casa della più famosa squadra di baseball di tutti i tempi, i New York Yankees, eletta nel 1999 “la squadra del secolo”.
Maestoso e suggestivo, lo Yankee Stadium. Affascinante e fascinoso. Gonfio di storia e di prestigio. L’arena dei record, palcoscenico delle stelle.
Qui, nella grande “Cattedrale dello sport” situata nel Bronx, sono  passati tanti personaggi straordinari. I campioni più leggendari del baseball, innanzitutto, quelli destinati all’immortalità. Lo Yankee Stadium di New York è stato per 85 anni il campo dei sogni dei bombardieri del Bronx. Indimenticati idoli delle folle come Babe Ruth, Lou Gehrig, Joe Di Maggio,Yogi Berra, Bill Dickey, Mickey Mantle, Roger Maris, Whitey Ford, Phil Rizzuto.

La cattedrale del baseball ha visto 3 Pontefici celebrare messa: Papa Paolo VI nel 1965, Papa Giovanni Paolo II (nel 1969 quand’era Cardinale e nel 1979 da Pontefice) e recentemente Benedetto XVI. In questo stadio tenne il suo famoso discorso, nel 1990, Nelson Mandela dopo essere stato rilasciato dalla prigionia alla fine dell’apartheid in Sudafrica.
Memorabili match di pugilato si sono svolti sul ring allestito nella grande Arena del Bronx: qui hanno combattuto Jack Dempsey, Jack Sharkey, Max Schmeling, Joe Louis, Max Baer, Tony Zale, Rocky Graziano, Sugar Ray Robinson, Joe Maxim, Muhammad Alì, Ken Norton.
Allo Yankee Stadium ha giocato il mitico calciatore brasiliano Pelé, a metà degli anni settanta, stella dei New York Cosmos.
Qui si sono esibiti musicisti straordinari. Famosi i concerti di Billy Joel (il cantautore più amato dai newyorkesi e tifosissimo degli Yankees) il 22 giugno 1990, degli U2 nel 1992, dei Pink Floyd nel 1994.
A questa mitica Arena, testimone di grandi eventi e di tanti trionfi dei suoi Yankees, e che ha visto scendere il sipario dopo 85 anni per lasciar posto – sempre lì nel Bronx – ad un nuovo modernissimo complesso sportivo, Doubleplay vuole umilmente dedicare un tributo. Raccontandone (a puntate) la storia. Attraverso fatti, curiosità, aneddoti, personaggi. E interessanti vecchi filmati, presi da You Tube: Babe Ruth e Joe di Maggio, poi Lou Gehrig l’orgoglio degli Yankees e Mickey Mantle, un combattimento di Joe Louis e un concerto di Billy Joel.  Seguiteci in questo viaggio nel tempo.

° Lo Yankee Stadium è situato nel Bronx grande quartiere popolare nella estremità nord di New York City, all’incrocio tra la 161st Street e River Avenue. Ha ospitato 6581 partite di regular season dei New York Yankees dal 1923 al 2008. E’ un’arena con una capacità di 57.545 posti.

° In passato lo Yankee Stadium è stata la Casa dei New York Giants di football, nonché teatro di una ventina fra i più celebri combattimenti di boxe di tutti i tempi. Ed è stato anche il luogo di tre visite Papali.

° Inaugurato il 19 aprile 1923. Ha chiuso il 21 settembre 2008. Si prevede che sarà demolito nel 2009. Proprietà: Municipaliità di New York. Beneficiari i New York Yankees. E’ stato chiuso per due anni, dal 30 settembre 1973, quando è stato rimesso a nuovo. Riaprendo nell’aprile 1976.

° Costo di costruzione: 2.5 milioni di dollari nel 1923.  167 milioni di dollari per l’importante facelift di metà anni settanta.

° Architetti: Osborne Engineering Corp. (1923); Praeger-Kavanaugh-Waterbury (1976).

° Capienza: 58.000 posti nel 1923; 62.000 (1926); 82.000 (1927); 67.113 (1928); 62.000 (1929); 71.699 (1937); 70.000 (1942); 67.000 (1948); 67.205 (1958); 67.337 (1961); 67.000 (1965); 65.010 (1971); 54.028(1976); 57.145 (1977); 57.545 (1980).

° Lo Yankee Stadium è uno degli stadi più famosi al mondo avendo ospitato una grande varietà di eventi ed avendo conosciuto molti momenti storici durante la sua esistenza. La sua squadra principale, gli Yankees di baseball, ha vinto più World Series (26) di qualunque altro club della Major League di baseball.

° Lo Yankee Stadium si porta dietro un nickname: The House That Ruth Built (La Casa che Ruth ha costruito). Un soprannome legato alla icona Babe Ruth, il leggendario campione di baseball i cui primi anni da superstar coincisero con l’inizio della grande storia vincente degli Yankees.

° Nel 2006, gli Yankees hanno cominciato la costruzione di un nuovo stadio da $1.6 billion (1 miliardo e 600 milioni di dollari) in una zona adiacente all’originario Yankee Stadium. Gli Yankees apriranno la loro nuova grande Casa nel 2009.

° La primissima partita giocata allo Yankee Stadium porta la data del 18 aprile 1923: nel giorno della storica inaugurazione gli Yankees sconfissero i Boston Red Sox per 4-1. Babe Ruth mise la sua firma sul primo fuoricampo nella storia dello Yankee Stadium (un homer da 3 punti). Bob Meusel realizzò il primo doppio e Norm McMillan il primo triplo. Wally Pipp fece il primo put-out. Bob Shawkey confezionò il primo strikeout, e vinse la partita con un “complete game”.  Howard Ehmke, lancatore dei Red Sox, concesse la prima base su ball dentro lo Yankee Stadium.

° Dal momento della sua apertura, il “vecchio” Yankee Stadium divenne presto conosciuto come “La Casa che Ruth ha costruito”. Il potere che Babe Ruth aveva come attrazione per la gente era qualcosa di strepitoso. Talmente grande da permettere agli Yankees di costruirsi il loro stadio nel Bronx, dopo che i loro rivali al di là dell’Harlem River in Manhattan, cioè i New York Giants, minacciavano di cacciarli dal Polo Grounds.

° Gli Yankees vinsero la loro prima World Series nella stagione inaugurale dello Yankee Stadium (1923).

° Quando Tillinghast L’Hommedieu Huston e Jacob Ruppert, i proprietari del Club fin dal gennaio 1915, accettarono la spesa per costruire uno stadio da 2 milioni e mezzo di dollari, si presero un considerevole rischio finanziario. Normalmente a quell’epoca le grandi società di baseball avevano stadi per mettere a sedere 30mila spettatori. Huston e Ruppert si fecero forti del nome di Babe Ruth, e della forte attrazione che la loro stella esercitava sulla gente, quando dovettero giustificare e spiegare la loro iniziativa di realizzare uno stadio da 60 mila posti.
Molti ritenevano, con notevole dose di scetticismo, che tre squadre di baseball di alto livello non potessero prosperare a New York. Ma Huston e Ruppert erano sicuri che i loro Yankees avrebbero – col tempo – sorpassato i più conosciuti e collaudati Brooklin Dodgers e New York Giants della National League. Avevano visto giusto, Huston e Ruppert: infatti i Brooklin Dodgers e i Giants avrebbero poi lasciato New York nel 1950 per collocarsi in California.

° Lo Yankee Stadium cominciò ad essere costruito il 5 maggio 1922 e aprì al pubblico poco meno di 11 mesi dopo. E quando ciò avvenne, fu Fred Lieb giornalista del New York Evening Telegram a denominarlo “The House That Ruth Built”. Le critiche per le piccole dimensioni del campo sul lato destro fecero sì che lo Yankee Stadium venisse chiamato anche… “la Casa che è stata costruita per Ruth”.

° Lo stadio in origine conteneva 58 mila posti. Ma il giorno della prima partita c’erano 74.217 spettatori, e si calcola che altre 25 mila persone siano state rimandate indietro…
Durante gli anni venti e gli anni trenta la popolarità degli Yankees era tale che folle in eccesso, da circa 80 mila persone, non erano inusuali.

° Il “vecchio” Yankee Stadium è stato il primo stadio sportivo negli Stati Uniti a presentare tribune su 3 anelli. Venne deliberatamente disegnato come stadio per molti usi. Il campo da baseball era inizialmente circondato da una pista di atletica da un quarto di miglio. Le gradinate sui lati destro e sinistro erano messe ad angolo retto l’una con l’altra e verso le poltrone della terza base, in modo da essere posizionate per manifestazioni di atletica e di football. Il grande scoreboard elettronico all’altezza del centro-destra del campo mostrava entrambi i lineup delle squadre e i risultati delle altre partite: fu il primo del suo genere.

° Lo Yankee Stadium dovette la sua creazione in larga misura a Babe Ruth. E il suo disegno accontentò il mitico bomber mancino permettendogli di battere molti fuoricampo. Inizialmente il muro era a 295 piedi (90 metri) dal piatto di casabase lungo la linea del campo destro e 350 piedi (110 metri) presso la fine del campo nella zona destra. Il campo era dercisamente più lungo (490 feet, cioè 150 metri) nella parte più profonda al centro, soprannominata Death Valley (La valle della morte). Le tribune scoperte che si trovavano nel settore di destra vennero appropriatamente denominate “Ruthville” (la città di Ruth).

° Fino alla stagione 2007 gli Yankees hanno ospitato, allo Yankee Stadium di New York, 37 World Series. Molto più che in qualsiasi altro stadio di baseball. Inoltre, il prestigioso impianto sportivo nel Bronx ha ospitato per 4 volte la All Star Game della MLB: nel 1939, nel 1960, nel 1977 e nel 2007.

(1 – continua)


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: