La grande festa di San Marino per la sua T&A che ha vinto lo scudetto: De Biase e compagni ricevuti dai Capitani Reggenti. E in serata l’abbraccio con i tifosi sul diamante di Serravalle. S.Marino Repubblica felice: ecco tutto quello che c’è da sapere su questo piccolo Stato

10 09 2008

di MAURIZIO ROVERI

E’ un giorno speciale, questo giovedì 11 settembre 2008, per il San Marino Baseball il club che ha portato sul Monte Titano lo scudetto del campionato italiano.
Ed è un momento di grande fierezza per tutti i Sammarinesi. Con l’orgoglio negli occhi i Capitani Reggenti, Rosa Zafferani e Federico Pedini, riceveranno in udienza ufficiale tutto lo staff (dirigenti, tecnci, giocatori) della squadra che ha firmato l’impresa. L’udienza ufficiale è in programma per le ore 16 al Palazzo del Governo, nella centralissima Piazza della Libertà della Repubblica più antica del mondo. Poi, la sera, il grande abbraccio dei tifosi e degli appassionati di baseball ai loro “eroi”: alle ore 21 la grande festa sul diamante di Serravalle accompagnata dal rhythm and blues della Bluesmobile.

La performance di Willi Vasquez, Max De Biase, James Buccheri, Seth La Fera, Tiago Da Silva e compagni ha fatto il giro del mondo. La prima volta di un titolo italiano che finisce… all’estero. Fa notizia. Una notizia che ha varcato l’oceano: infatti ne hanno parlato diversi giornali di altri Continenti.

Isola felice. San Marino è un fazzoletto di terra: 61,5 chilometri quadrati. 30.926 abitanti. Si trova a pochi tornanti da Rimini, il “divertimentificio” , cioè la capitale del turismo balneare. San Marino è l’antica Terra della Libertà. Piccola, operosa, attivissima, dignitosa, felice. Si vive bene, qui. Sembra un angolo di Paradiso. “Libertas” è il motto di questa Repubblica parlamentare: la tradizione fa risalire la fondazione della città al 3 settembre del 301 quando Marino – un tagliapietre dalmata dell’isola di Arbe, fuggito alle persecuzioni contro i Cristiani da parte dell’imperatore romano Diocleziano – stabilì una piccola Comunità cristiana sul Monte Titano. Ufficialmente la Repubblica sammarinese è stata riconosciuta nel 1291.

I Capitani reggenti, che oggi riceveranno e premieranno la squadra che ha vinto il titolo nel massimo campionato di baseball italiano, sono i due Capi di Stato i quali esercitano collegialmente funzioni prevalentemente simboliche. La Repubblica di San Marino detiene il primato di Paese con il più breve mandato del Capo dello Stato: i due Capitani Reggenti infatti rimangono in carica per soli sei mesi. Entrano in carica il primo aprile e il primo ottobre di ogni anno.
Il Parlamento (monocamerale) si chiama Consiglio Grande e Generale ed è composto da 60 membri eletti a suffragio universale, ogni cinque anni, con sistema proporzionale. Il Congresso di Stato è l’organo esecutivo, formato da 10 Segretari di Stato eletto tra i membri del Consiglio Grande e Generale.

L’economia della Repubblica di San Marino è buona. Il bilancio 2008 dello Stato chiuderà in pareggio. Lo ha assicurato, proprio in questi giorni, il Segretario di Stato alle Finanze, Stefano Macina. L’economia, nella più antica Repubblica del mondo fra quelle esistenti, è fondata sul turismo: oltre 2 milioni di turisti visitano San Marino ogni anno. Numerose anche le fabbriche. Altre importanti attività, nella Repubblica, sono l’industria leggera, l’intermediazione finanziaria, l’attività bancaria, la produzione di ceramica.  San Marino presenta uno dei più bassi tassi di disoccupazione d’Europa.

Personaggio carismatico, il “ministro” Stefano Macina è anche l’anima del San Marino Baseball. Ne è stato presidente nel recente passato, carica che poi ha lasciato quando è stato eletto segretario di Stato alle Finanze.

San Marino è uno Stato molto attento allo sport. CONS è la sigla del Comitato Olimpico Sammarinese, che è membro del CIO e quindi partecipa ai Giochi Olimpici. E pure ai Giochi del Mediterraneo.
Una curiosità: è stata proprio la Repubblica di San Marino a dare vita, in collaborazione con altri piccoli Stati, ai Giochi dei Piccoli Stati d’Europa. Angelo Vicini è il Presidente del CONS.

San Marino offre strutture all’avanguardia per qualsiasi tipo di sport: dal nuoto al tennis, dal tiro a volo al golf, dal baseball  all’atletica leggera, alle bocce.
Il CONS affilia 31 Federazioni Sportive, che a loro volta raggruppano 95 Società ed Associazioni Sportive. Il numero dei tesserati alle varie Federazioni Sportive è di circa 9000 unità.

Il San Marino del “diamante”. L’attività con mazza e guantone è iniziata sul Titano nel 1970, con la partecipazione al campionato italiano di serie D. Nel 1974 venne raggiunta la serie C e, sei anni più tardi, nel 1980, la promozione in serie B.
E’ nel 1985 che prende veramente forma il “San Marino Baseball Club”, che sale in serie A nell’anno successivo.

La squadra del San Marino partecipa regolarmente al campionato italiano, ma nelle competizioni internazionali rappresenta la Repubblica del Titano.
Il palmares de San Marino B.C.: vicecampione d’Italia nel 2005, vincitore della Coppa dei Campioni 2006 e della Coppa Italia 2006, poi il recente grande acuto con lo scudetto conquistato il 6 settembre scorso nel mitico “Steno Borghese” di Nettuno.
Curiosità: il direttore sportivo Alberto Antolini ha vinto il suo quarto scudetto personale (su sette finali): 3 titoli con Rimini e 1 con San Marino. Sempre contro Nettuno…

Ieri la società del Titano ha voluto ringraziare, attraverso un comunicato stampa, tutti coloro che hanno lavorato alla costruzione di questo successo storico per lo sport sammarinese. Ecco il comunicato:

Come Ufficio Stampa, sicuri di interpretare anche il pensiero di tutti i dirigenti del San Marino B.C., intendiamo pubblicamente esprimere un “Bravi…” corale a tutti i giocatori della T&A per il bel campionato. Vincere la 7a partita e conquistare lo Scudetto è grande soddisfazione per l’impegno dei giocatori, dirigenti e sponsor, è un grande orgoglio per  la Repubblica di San Marino e gli Sportivi.
Ne sono una testimonianza gli attestati e i messaggi che sono giunti in questi giorni e ancor di più il fatto che alla squadra Campione D’Italia l’Eccelentissima Reggenza dedichera un apposita udienza a cui sarà presente anche il Segretario di Stato allo Sport.
Una vittoria del gruppo, ma il gruppo va formato e in ciò va riconosciuto tutto il merito al Direttore Sportivo Alberto Antolini per il lavoro fatto in questi ultimo anni e per aver composto un gruppo di giocatori motivati, di esperienza e di giovani promettenti, un gruppo dal quale partire per impostare i nuovi traguardi. Un bravo poi a chi il gruppo lo ha gestito, l’allenatore Bindi Doriano che mettendo a frutto l’esperienza dello scudetto perso nel 2005 alla 7a gara con Bologna ha poi vinto la Coppa Europa e Coppa Italia nel 2006 e ora  lo scudetto di Campione d’Italia.
Bravi, per avere saputo con umiltà, grinta e tenacia, conquistare lo scudetto tricolore.
Bravi ai “veterani”, vecchi e nuovi che hanno saputo al momento giusto dare quella zampata in più, dimostrando che la classe non è acqua.
Bravi, a coloro che si sono inseriti quest’anno nel gruppo, ai giovani, che hanno saputo fare gruppo insieme agli altri e dare qualche marcia in più a una squadra motivata, anche con un occhio alla prospettiva.
Bravi, a chi è stato in seconda linea, ma che al momento giusto era li pronto a dare il meglio sul campo per la squadra.
Un Bravo ai collaboratori del manager Bindi e cioè Lonfernini, Illuminati, Gambuti, Strauss, Spadoni, Bissa;  che hanno saputo preparare e gestire nel migliore dei modi la squadra.
Bravi il Medico Maestri e il Fisioterapista Agostini, che hanno saputo prevenire e riparare i diversi acciacchi che via via si sono presentati.
Bravi i nostri tifosi che ci hanno sostenuto e seguito più  numerosi del solito.
Grazie al CONS e alla FSBS per la collaborazione e l’apporto fornito.
Grazie ai mezzi di informazione, ai giornalisti che ci hanno seguito e fatto conoscere le geste sportive dei Ragazzi della T&A in tutta Italia, alla RTV di San Marino che ha trasmesso in diretta le ultime  gare della finale;
Grazie al nostro sponsor la T&A che ci segue da anni e ai coo-sponsor: SACMS – Europromo – Silex e agli operatori che con inserzioni pubblicitarie, hanno permesso di allestire una squadra vincente.
Vogliamo  chiudere  con un occhio a tutto l’ambiente del San Marino Baseball, che ogni anno è  in crescita, lo scudetto è dedicato anche a loro: Under 21 (allenata da Davide Frau, Pruccoli, Luca Coccoli, Antonio Figueroa); le squadre Giovanili Ragazzi, Allievi, Cadetti (allenate da Giorgio Grassi, Tontini Matteo, Tontini Marco, Mazzotti Roberta, Katia Boscarol). Un in bocca lupo alle ragazze delle Titano Hornets che sabato iniziano i play off scudetto
”.


Azioni

Information

One response

11 09 2008
Bob_21

Sai cosa c’e’ di bello nello scudo del San marino.
Che la squadra con meno agganci federali, con dirigenti tra i meno amati dal gotha italian baseball, hanno portato a casa zitti zitti in 3 anni C.Campioni e Scudo.
Onore a loro e son proprio contento.
Forse che ci sia luce nel tunnel ?!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: