Massellucci: “Questi ragazzi sono le grandi speranze del baseball italiano”. Il secondo posto degli azzurrini agli Europei li qualifica per i Mondiali Under 21

8 09 2008

(dal sito Fibs) Delusione e frustrazione sono palpabili, nel dugout azzurro, dopo la sconfitta nella finale dell’Europeo Under 21 di Pamplona ad opera della Spagna.
Beppe Massellucci è però come sempre disponibile a parlare di come sono andate le cose e trasmettere le sue opinioni.
“L’avevo detto e il campo l’ha confermato” spiega il manager azzurro “questa Spagna è la squadra più forte di questo Europeo. Ci tenevano tantissimo a vincere in casa e hanno fatto tutto il possibile per ottenere questo obiettivo”.
Magari anche esagerare con gli innesti da fuori. “E’ arcinoto che io sono per un uso molto, molto oculato dei giocatori provenienti da altri Paesi, anche se in possesso del passaporto, per quanto riguarda la massima serie. Figuriamoci quando si tratta di una selezione nazionale di una categoria giovanile! Mi sembra veramente fuori luogo”.

Di questa finale, cosa si può dire? “Prima ci siamo inguaiati con le nostre mani, poi loro sono stati bravi a non darci spazio. Certo, i tre pop di Tavarez finiti fuori, su un campo di misure normali sarebbero stati tre facili out al volo, ma è anche vero che il campo era corto anche per noi e non siamo riusciti ad approfittarne. In più abbiamo perso presto Sabbatani e Ularetti. Difficile vincere contro questa Spagna, a queste condizioni. Ricordo anche che alcuni giocatori molto importanti, per diverse ragioni, non sono con noi, come Tonellato e Ambrosino, impegnati nella finale scudetto in Italia, e Matteo D’Angelo.
Ma voglio essere chiarissimo: la Spagna di oggi era più forte e c’è di che essere orgogliosi ad essere arrivati secondi con questo gruppo che, voglio sottolinearlo, sarà ancora in gran parte utilizzabile in questa categoria fra due anni”.

Se l’Accademia è l’università, lo studio, la teoria, questa squadra può essere definita la pratica, la ‘vita vera’. “E’ chiaro che ci voleva pazienza, solo chi non sa niente di baseball può pensare di ottenere risultati importanti in fretta, ma questi ragazzi sono il frutto di questi primi anni di lavoro e sono assolutamente convinto che siano pronti per giocarsi le loro chance in vetrine importanti. Solo chi gioca tanto e ad alto livello può crescere tanto, perché non c’è nulla come la partita che possa far progredire un giocatore. E qui di voglia di giocare ce n’è tanta. Noi chiamiamo ‘numericamente’ questa categoria Under 21, ma io amo come la chiamano i francesi: espoir, speranza. Ecco, io mi auguro che saremo capaci di sostenere, assecondare e non frustrare le speranze di questi ragazzi, che sono poi quelle di tutto il movimento, perché è in loro che sta il nostro futuro”.

Appuntamento al 2010, allora, ma forse anche prima, visto che la IBAF sta valutando la possibilità di sostituire l’esistente Coppa Intercontinentale (torneo a invito che generalmente serve come prova generale di altri eventi) in un Mondiale Under 21 per il quale questa squadra, con questo Europeo, si è già qualificata.


Azioni

Information

2 responses

10 09 2008
Rog

Grandi ragazzi, il tetto d’europa era vostro, ve lo meritavate!

Bravi lo stesso!!

11 09 2008
Bob_21

Avevano di fronte la Spagna!
Dobbiamo riflettere su cio’?
Chiedo a Voi che seguite piu’ di me i “prospetti”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: