Europei Under 21 a Pamplona: la Nazionale azzurra di Massellucci vince ancora, resta imbattuta e ora va a caccia del titolo. Facciamo il tifo per i ragazzi che rappresentano l’unico futuro del baseball italiano

6 09 2008

di MAURIZIO ROVERI

Bravi ragazzi. I ragazzi della Nazionale Under 21, ancora imbattuti nel Campionato Europeo di categoria a Pamplona, vittoriosi anche contro la Repubblica Ceca per 6-4 e dunque finalisti. In campo per il titolo domenica pomeriggio alle 17.
Loro rappresentano il futuro del nostro baseball. Forse l’unico nostro futuro. Sono i campioni di domani. E spero che sia un “domani” molto molto vicino, perché questi giovani talenti rappresentano un motivo d’orgoglio per chi ama davvero il baseball italiano.

Hanno talento, hanno entusiasmo: un patrimonio che merita di essere coltivato più di ogni altra cosa. Il futuro comincia da qui.
Questi ragazzi DEBBONO trovar posto nel campionato di massima serie, è loro che vogliamo veder giocare, crescere e diventare protagonisti anziché vedere certi oriundi mediocri o proprio scarsi che non ha senso “mantenere” in Italia. Riflettano, le società, se vogliono che il baseball italiano progredisca.
Qualcuno nella massima serie c’è già: Stefano De Simoni (cresciuto in una città come Parma dove c’è una “scuola di baseball”), oppure Michele Quattrini il ragazzo di Macerata che la Telemarket Rimini ha lanciato quest’anno in A1 (e il suo campionato è stato uno dei pochi aspetti positivi della stagione dei Pirati), senza dimenticare Matteo e Francesco Bertoldi proposti da un Redipuglia che è retrocesso perdendo quasi sempre ma che – per certe cose – va apprezzato.
Poi, ci sono gli… americani: chi di “vecchia” data come Alex Liddi e quelli che la loro avventura in USA l’hanno appena cominciata: Luca Panerati, Andrea Lucati, Matteo Pizziconi.

Tutti gli altri vanno seguiti, con interesse, con attenzione, con simpatia. E’ decisamente un bel gruppo, questo che Beppe Massellucci ha portato a Pamplona in Spagna e che sta guidando con la collaborazione di altri grandi giocatori del passato: Gianmario Costa, Rolando Cretis, Guglielmo Trinci, Mario Da Re.

Il percorso degli azzurrini era cominciato mercoledì 3 settembre: immediatamente una prova di forza, con quel perentorio 10-1 contro il Belgio. Lanciatore vincente Francesco Grigoletto. Poi, la vittoria sofferta ma importantissima (che ha evidenziato il “carattere” del gruppo) per 7-6 contro la Germania. Lanciatore vincente Valerio Simone, che è ancora juniores. Attacco azzurro da fuochi d’artificio nel 12-5 contro la Francia. Lanciatore vincente Francesco Bertoldi. Quarta partita, quarta vittoria: il 6-4 contro i ceki, risultato tutto da apprezzare per la valorosa resistenza opposta dagli avversari. Match gonfio di insidie. Battaglia aspra. La Repubblica Ceca per prima in vantaggio. Però la compatta squadra italiana, solida mentalmente, non si disunisce e aspetta con pazienza il momento propizio per firmare un big inning da 5 punti al quarto attacco.
Sul monte di lancio Luca Panerati svolge un buon lavoro per cinque riprese. Al sesto inning accusa un calo, i ceki in agguato non esitano a colpire: doppio di Zyma, fuoricampo di Hejma per il 5-3. Successivamente, due singoli (e, in mezzo, un lancio pazzo) spingono i nostri avversari a ridurre ulteriormente lo svantaggio: 4-5.
C’è da stringere i denti. E l’Italia lo sa fare. Alessandro Ularetti, uno dei tre ragazzi-prodigio del Latina, effettua un rilievo magistrale. Che salva la vittoria dell’Italia. Per Ularetti seconda “salvezza” in due apparizioni sul monte di lancio.

Un po’ di statistiche. Riguardano la prima fase della manifestazione. Dopo le partite contro Belgio, Germania e Francia, l’esterno Stefano De Simoni davanti a tutti per media-battuta con uno strepitoso 615 di average.
Slugger numero uno Alex Sambucci, il forte prima base del Latina: 909 di slugging pct (e 545 di average). Interessanti i numeri di Alessandro Ularetti: due salvezze sul monte di lancio, e 333 di media nel box di battuta.
E inoltre: 1000 di media-difesa per De Simoni, Golisano, Rattini, Leoni e Liddi.

Ed ora i nostri coraggiosi azzurrini sono pronti a scrivere un gran finale. Hanno tutto il nostro incitamento e la nostra simpatia. In bocca al lupo, ragazzi.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: