Round robin, ultimi fuochi: stasera e domani scontri decisivi (con tanto di scommesse) fra Grosseto e San Marino. Chi volerà in finale assieme alla già qualificata Danesi Nettuno?

22 08 2008

di MAURIZIO ROVERI

Non solo calcio, non solo cavalli, non solo motori. A “Mixtere”, la grande sala scommesse situata nella Repubblica di San Marino (800 metri dopo il confine), si scommette anche sul baseball italiano. Interessante. E’ un segnale positivo se i bookmakers cominciano a prestare attenzione al campionato italiano, al “piccolo mondo” nostrano della mazza e del guantone. Ebbene, i bookmakers (vale a dire gli specialisti di un’organizzazione che offre scommesse a quota fissa su molti avvenimenti, non solo sportivi ma anche di politica, costume, reality, insomma scommesse su un palinsesto illimitato) mercoledì scorso davano il San Marino favorito in gara1 sul Grosseto nel trittico decisivo che vale l’accesso alla finale-scudetto. Le quote: 1.80 San Marino, e a 1.97 veniva data la vittoria del Grosseto. Mentre, per quanto riguarda la sfida Nettuno-Bologna allo “Steno Borghese”, il Nettuno veniva dato a 1.50 e la Fortitudo Bologna a 2.35.

Si scommetterà anche per le partite di questa sera e di domani sera. In programma allo Jannella maremmano, dove è atteso il pienone: tutta Grosseto cercherà di sorreggere e trascinare, in un’atmosfera di comprensibile eccitazione, il Montepaschi (campione d’Italia in carica) verso una nuova finale.
Si decide in volata la qualificazione alle Italian Baseball Series 2008. Due sfide da vivere con il fiato in gola. Si annunciano emozioni fortissime. E’ la bellezza del campionato.

Grosseto parte in svantaggio. E’ sotto 0-1 per via della sconfitta accusata mercoledì sul diamante sammarinese di Serravalle, dove Max De Biase e compagni hanno vinto 3-2 in rimonta.
Sì, è vero, la formazione campione d’Italia godrà in queste due notturne del vantaggio del fattore campo (che in una “piazza” passionale come Grosseto si sente tantissimo e può fare la differenza). Tuttavia è estremamente delicata la situazione del team maremmano, perché non può permettersi di sbagliare nulla, deve giocare due partite superlative e dovrà farlo con tutta la pressione addosso. La pressione, inevitabile, di chi si trova costretto a recuperare e al tempo stesso ha una stagione da non compromettere: uscire in semifinale, dopo aver vinto un anno fa lo scudetto, sarebbe un passo indietro per un Club ambizioso che ha “investito” forte nella costruzione d’una squadra che è costata tanto. Grosseto cerca quel lampo che non ha avuto sul finire di giugno quando non è riuscita a vincere – in casa – la Coppa dei Campioni, e la delusione non è mancata, anche se con il secondo posto il Montepaschi s’è comunque qualificato per la Supercoppa Europea di metà settembre a Barcellona (dove ci sarà anche il Nettuno).

San Marino parte dalle certezze che il successo di mercoledì gli ha trasmesso. E’ stato un mercoledì da leoni per Adolfo Matamoros, decisivo con il suo fuoricampo, per Peter Nyari strepitoso closer e lanciatore vincente. E per l’umile e utile Luca Martignoni, rispolverato “partente” e autore di una prestazione di grande cuore e carattere. L’esperienza e il senso tattico del “curvaiolo” Martignoni in una partita così delicata sono state importantissime perché hanno infastidito e soffocato il lineup maremmano. La scelta, da parte dello staff tecnico sammarinese, di affidarsi a Martignoni non va interpretata come una bocciatura per il giovane Matteo Tonellato, il quale ha avuto l’opportunità di lanciare molto in questa stagione, di crescere, migliorare, fare un passo avanti. Ultimamente, nei playoff, il ragazzo aveva avuto qualche problema nell’impatto con le partite. Da qui la necessità di aggrapparsi all’esperienza di Martignoni. Scelta logica (solo gli stupidi possono non comprenderla…). Resta comunque immutata la fiducia dello staff tecnico sammarinese nel ventenne Tonellato, tant’è vero che il giovane lanciatore è stato riscattato dal San Marino e pertanto il suo cartellino è interamente di proprietà del Club del Titano.

Il Montepaschi, dicevo, si trova in una situazione molto delicata. E’ vero che gioca in casa e che questo gruppo possiede la mentalità, l’orgoglio, la solidità mentale di chi ha conquistato l’anno scorso lo scudetto. Ma è anche vero che questa sera è in programma la partita dei lanciatori stranieri, quella dove la squadra di San Marino è meglio attrezzata. Il manager Doriano Bindi per questa partita si avvale addirittura (unico caso nella storia del baseball italiano) di tre lanciatori stranieri, potendo avvicendare sul monte campioni come Horacio Estrada, Juan Figueroa e Brian Looney. Scusate se è poco…
Grosseto s’affida al grande orgoglio del suo Lincoln Mikkelsen. Basterà?
Domani sera è in programma la partita dei lanciatori oriundi. Grosseto ha il migliore: Chris Cooper. Lanciatore di notevole concretezza, che sa cosa si deve fare per vincere. San Marino risponderà con il talento di un ragazzo-prodigio: il ventitreenne Tiago Da Silva, “Rookie of the year”, lanciatore-rivelazione della stagione 2008, un debuttante in A1 che negli anni scorsi in serie A2 giocava interbase.

Tanti fattori possono determinare il verdetto di queste sfide che valgono l’accesso alle finali. Molto importanti (se non addirittura determinanti) saranno gli arbitraggi. Ci vuole gente serena e di personalità.

Ininfluente l’altra doppia sfida, quella del “Falchi” fra Bologna (già eliminata) e il Nettuno (già finalista). Ruggero Bagialemani saggiamente terrà a riposto i giocatori ammaccati o un po’ affaticati (vedi, Parisi, Tavarez, Pezzullo). Da parte bolognese si vorrà stasera far prendere i meritati applausi ai giocatori stranieri, prima che se ne tornino a casa. Però sarà opportuno cominciare anche a preparare la formazione – senza stranieri – che parteciperà alla Coppa Italia. E dunque collaudare (ad esempio da domani sera) una squadra con Mazzuca interbase, Alaimo in seconda, Bonci esterno centro, Frignani in prima.

Notizia dell’ultima ora. Le quotazini dei bookmakers riguardo le partita in programma questa sera: Grosseto 1.70, San Marino 1.90. Bologna 1.90, Nettuno 1.70.

Venerdì 22 agosto (lanciatori stranieri)

Montepaschi Grosseto-T&A San Marino diretta su Tele Tirreno/Maremma Channel, canale 914 del bouquet di Sky
Fortitudo Bologna Unipol Banca -Danesi Nettuno

Sabato 23 agosto (lanciatori italiani, anche se non di scuola italiana)

Montepaschi Grosseto – T&A San Marino
Fortitudo Bologna Unipol Banca – Danesi Nettuno


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: