Clamoroso: il Montepaschi Grosseto esonera Mauro Mazzotti. Il manager: “Per ora non commento. Parlerò fra dieci giorni”. Squadra affidata a Minozzi, Jairo Ramos e Mikkelsen

12 08 2008

di MAURIZIO ROVERI

Nel baseball succede rarissimamente, a livello di massima serie, che un allenatore venga esonerato nel corso della stagione. E dunque, quando succede, è un fatto sorprendente. Se poi ad essere “cacciato” è il manager più vincente dell’ultimo decennio (uno scudetto a Rimini, due a Bologna, uno a Grosseto) la notizia ti piomba addosso sconvolgente.
Indubbiamente è clamoroso l’esonero di Mauro Mazzotti, che da ieri pomeriggio non è più il timoniere del Bbc Grosseto. Una decisione presa nel pieno dei playoff, alla vigilia della partita casalinga contro la Fortitudo Bologna. Il tecnico che un anno fa guidava il team maremmano alla conquista del quarto scudetto della sua storia, è stato sollevato dall’incarico.

Un fulmine a ciel sereno? No, non per chi conosce l’ambiente di Grosseto dove il baseball viene vissuto intensamente, visceralmente, profondamente, e c’è il coinvolgimento di tutta la città, e la pressione è forte. Per chi conosce la realtà di Grosseto, può non stupirsi. Mazzotti, alla sua terza stagione in Maremma, era in scadenza di contratto. Il fatto che non si fosse ancora parlato di rinnovo, pur essendo lui il manager campione d’Italia in carica, appariva come un preciso segnale. Indicava che il feeling fra Mazzotti e la società non era più quello di prima.
Mazzotti, tuttavia, non se l’aspettava questo esonero (che è il primissimo della sua importante carriera). Lo dimostra il fatto he ieri a mezzogiorno, intervistato da un collega, aveva tyranquillamernte rilasciato delle dichiarazioni sulla partita delicatissima di domani sera allo Jannella contro Bologna. Un paio d’ore più tardi… ecco spargersi la voce. E poi, il comunicato ufficiale del Bbc Grosseto Montepaschi. Che dice così:

Il consiglio direttivo della società Bbc Grosseto Montepaschi si è riunito questo pomeriggio alle 13 per esaminare l’andamento del campionato dopo i deludenti risultati della prima giornata del round robin di semifinale. Al termine della riunione ha maturato la convinzione che, al fine di recuperare la necessaria tranquillità da parte della squadra per affrontare al meglio le partite mancanti, a cominciare da quella importantissima di domani allo Jannella contro il Bologna, fosse necessario sospendere dall’incarico di manager della prima squadra il signor Mauro Mazzotti. Il Bbc Grosseto Montepaschi ringrazia il signor Mazzotti per il prezioso lavoro svolto in questi tre anni e gli augura un proseguo luminoso della sua carriera. Lo staff tecnico rimasto garantirà la guida tecnica della squadra fino alla fine della stagione”.

Dunque, la squadra viene affidata ai collaboratori di Mazzotti. Vale a dire: i coach Paolo Minozzi, Piergiorgio Sonnini, Federico Cipriani e il pitching coach Lincoln Mikkelsen. Oltre a Jairo Ramos, che non sarà più un “allenatore-ombra” (non appariva ufficialmernte ma di Mazzotti era un consulente speciale) ma ora entra ufficialmente a far parte dello staff tercnico: lui e Mikkelsen deternineranno le strategie.

Il Montepaschi, dopo essersi fatto sorprendere in avvio di round robin la settimana scorsa in gara1 contro Nettuno, ha ottenuto un pareggio (una sconfitta e una vittoria) sul diamante laziale dello Steno Borghese. Un risultato che ci può stare. Stessa situazione della Fortitudo Bologna. Dunque, spiegare questo esonero con una motivazione tecnica parrebbe una forzatura. Più probabilmente, certi rapporti si sono incrinati. E’ andata creandosi una tensione eccessiva e lo indicherebbe una discussione abbastanza lunga fra Mazzotti e Mikkelsen (che è il lanciatore straniero e al tempo stesso il pitching coach) venerdì sera al termine della quale Mazzotti sarebbe tornato nel dugout brontolando mentre Mikkelsen – forse troppo teso – si è fatto rubare casabase e successivamente ha subìto fuoricampo.

Mazzotti evita per ora di commentare il primo esonero della sua carriera. “Parlerò fra una decina di giorni, quando si saranno calmate le acque”.


Azioni

Information

10 responses

12 08 2008
Rancero

Caro Mauro mi dispiace tanto per quanto successo … bisognerebbe spiegare poi ai dirigenti che in campo ci sono i giocatori (non il manager) e se qualcuno si fa rubare casabase mi dite cosa c’entrano i rapporti incrinati ??? E chi aveva previsto le assenze di De Santis, Panerati ecc. ??? Ma certo, è sempre colpa del manager naturalmente.

Faccio i miei migliori auguri a Jairo (a ver si la pegas esta vez) il quale spero abbia accettato l’incarico dopo averlo chiesto a Mauro, se non altro per educazione “sportiva” …

12 08 2008
paolo palmieri

Caspita !! che campionato !! …….sembra quello di calcio 🙂

ora si capisce chi comanda veramente nello spogliatoio . Comunque e` comico che la gestione venga affidata a due giocatori , sarebbe come se uno stabilimento di produzione FIAT fosse gestito dai magazzinieri . Un consiglio ai tecnici dello staff esclusi……rivelate al Bologna i segnali d`attacco……..

scherzo , ok?……

12 08 2008
Stefano

Dopo la finale di Coppa persa all’ ultimo inning, si sapeva di un certo malumore nel dug-out del Grosseto, ma personalmente non mi aspettavo l’ esonero, visto il successo nella 3a partita col Nettuno.
Certo un’ autogestione, visto che Ramos sarà quasi un allenatore giocatore, non mi pare una grande idea, forse la dirigenza spera di uno scossone che dia alla squadra una determinazione maggiore, ma la vedo assai dura!
Certo domani a Grosseto chi perde sarà messo assai male, anche a Bologna mugugnano……..

12 08 2008
Wadi

…AZZ…

13 08 2008
Stefano

Caro Rancero, perdere la finale di CoppaCampioni per aver tenuto su il pitcher con oltre 130 lanci non è garbato a nessuno (anche se il lanciatore in questione è anche il suo pitching-coach) poi la partita la poteva aver persa comunque il rilievo, ma almeno avrebbe fatto la cosa giusta!
Se poi si rivede la gara7 della finale scudetto dello scorso anno, ha tenuto su Mikkelsen nonostante fosse “finito” e il Nettuno si è trovato da 0-5 a 4-5 con uomini in prima e seconda e il miglior battitore della serie in battuta e lì è andata bene!

13 08 2008
D G Grosseto

La gestione lanciatori di Mazzotti qui a Grosseto è stata fallimentare, non in una partita o in una serie,complessivamente nei tre anni.
Mai un cambio giusto ,ha tirato il collo ad alcuni ed ignorato completamente
altri.E questo è l’appunto più grosso che mi sento di fargli.Ma ce ne sono
tanti altri,forse in apparenza meno importanti ma che a lungo andare
sono risultati determinanti.Per esempio il trattamento riservato ai
giocatori italiani a cui non perdona niente,nemmeno la più piccola
sbavatura mentre ai giocatori americani perdona tutto anche gli
errori più grossolani.Basta andarsi a rileggere le dichiarazioni di Navarro
dopo il regalo fatto al Rimini nel 2006.Finali perse in modo ridicolo
Il giudizio altamente negativo sia sul lato tecnico sia sul lato umano
viene da una persona che ha vinto 116 partite in major-league
Per me decisione giusta, arrivata con colpevole ritardo.Meglio tardi
che mai

13 08 2008
Wadi

Mazzotti a Rimini per far rinascere i Pirati?

13 08 2008
John C. Rotondo

Vediamo un pò tra 10 giorni che succederà!

14 08 2008
conte#45

già .. aspettiamo e … poi vedremo il peso e il valore di quanto verrà raccontato dal diretto interessato !

14 08 2008
Caciotto

W il Mazz !!!

miglior coach d’Italia !!!

Grosseto non ti merita !!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: