Round robin: imperioso avvio del Nettuno a Grosseto (8-0, con 4 homers) e della Fortitudo Bologna a San Marino (9-1, con 1 fuoricampo e 1 triplo di Richard Austin)

7 08 2008

di MAURIZIO ROVERI

Il round robin parte all’insegna delle vittorie in trasferta. Il Nettuno mostra i muscoli e s’impone con la forza dei fuoricampo (quattro) sul diamante di Grosseto; alla Fortitudo è sufficiente un big inning da 7 punti in apertura di partita per dettare legge a San Marino. Una chiara dimostrazione di potenza da parte delle due squadre migliori della regular season: 9-1 il successo dei bolognesi sul Titano; 8-0 il punteggio con il quale la Danesi passa allo Jannella vincendo limpidamente (è un segnale importante) laddove l’anno scorso aveva ceduto dopo un’orgogliosa resistenza in gara7 della serie per lo scudetto.
Due prestazioni di grande personalità e dunque decisamente indicative. Tuttavia, va anche considerato che le gare del mercoledì sera sono quelle riservate ai lanciatori di scuola italiana e pertanto le più “abbordabili” per Bologna e Nettuno. Essendo le due squadre meglio attrezzate a livello di pitchers “indigeni”. Non altrettanto si può dire per il Montepaschi Grosseto che in questa partita è destinato inevitabilmente a soffrire, trovandosi in emergenza per l’indisponibilità di Riccardo De Santis, Panerati e Lucati. Anche il San Marino – i cui limiti tecnici sul mound italiano sono evidenti – è indiscutibilmente più competitivo nelle altre gare: quelle dove si possono schierare i lanciatori stranieri e i lanciatori oriundi.
Tutto lascia pensare, pertanto, che le partite del week end (Bologna-San Marino e Nettuno Grosseto venerdì sera con i pitchers stranieri e sabato con gli oriundi oriundi) saranno più equilibrate, caratterizzate da punteggi “stretti”.

Ieri sera, invece, Bologna e Nettuno hanno avuto vita facile. Sul diamante della Repubblica sammarinese il ventenne Matteo Tonellato non è stato minimamente in grado di reggere l’urto con un lineup bolognese immediatamente aggressivo, energico, duro. La partita del giovane lanciatore della squadra di Doriano Bindi non è durata neppure un inning. Con un out (Bautista, che continua ad essere in slump) la Fortitudo Italeri ha confezionato una sequenza micidiale: Pantaleoni singolo al centro, Liverziani base su ball, Austin singolo a destra per il punto di Pantaleoni (1-0), Connell singolo al centro da 2 punti (a casabase Austin e Liverziani per il 3-0), Mazzuca ruba la seconda base, Connell firma il 4-0 su lancio pazzo (e Angrisano va in seconda, Mazzuca in terza). E ancora: Frignani singolo, punto di Mazzuca per il 5-0. Landuzzi colpito, Bautista volata di sacrificio che porta a casabase Angrisano (6-0), Pantaleoni singolo e va a segnare Lele Frignani. 7-0. Bindi si porta via il frastornato Tonellato (0.2 rl, 0 so, 2 bb, 6 bvc, 1 lp, 1 colpito, 7 pgl) e manda sul monte Martignoni che chiude con il terzo out (Liverziani) un avvio da incubo per San Marino. Praticamente, partita appena cominciata e subito finita. Immediatamente con un padrone. Bologna ha poi prodotto un altro punticino (l’ottavo) nel suo secondo attacco (a casabase Connell su volata di sacrificio di Angrisano). L’unico sussulto del San Marino è il punto segnato da Sheldon su battuta di Francesco Imperiali: 8-1 al termine della seconda ripresa.
Dopo, la Fortitudo si limita a controllare. Fabbrica il punto del 9-1 con un fuoricampo (immaginate di chi?) del suo cleanup Richard Austin che non si diverte se ad ogni partita non la sbatte fuori dalla recinzione. La difesa di Bologna e il suo monte di lancio (Betto in partenza, poi D’Angelo e Delgado) concedono solo briciole al lineup sammarinese. Clamorosamente resta a bocca asciutta Vasquez: 0 su 4. Esattamente come Buccheri e La Fera.
L’attacco bolognese invece produce 12 battute valide (con 1 fuoricampo e 1 triplo di Richard Austin). I numeri premiano Giovanni Pantaleoni (3 su 4, con 1 rbi), Lino Connell e Austin entrambi con 3 su 5, più 2 rbi.

POTENZA NETTUNESE – Concreto in attacco, impeccabile in difesa. Questa l’immagine del Nettuno ieri sera allo Jannella. Otto punti, figli di 4 fuoricampo. Ha vinto così, il gruppo di Bagialemani: di potenza, di “cattiveria”. Facendo volare le palline fuori dallo stadio di Grosseto, addirittura sulla strada… come in occasione dell’homer terrificante da 3 punti prodotto dalla mazza di Giuseppe Mazzanti. Che ha colpito duro un lancio di Ginanneschi, con la palla in mezzo al piatto e rimasta un po’ alta. Era il terzo inning e lì si è decisa la partita. Il vecchio capitano del Grosseto, costretto a fare il “partente” in questa situazione d’emergenza, ci ha messo il cuore. Ma la velocità del suo braccio non è sufficiente per arginare un Nettuno in “dimensione playoff”: concentrato, solido, esplosivo. Inesorabile. Pronto a portare pugni pesanti. Soltanto quelli. Ma fanno male.
Juan Camilo respira l’atmosfera dei playoff e si trasforma. Batte un fuoricampo al sesto inning su uno slider di Ginanneschi, non si accontenta e firmerà il suo secondo homer personale alla nona ripresa facendo venire… le lacrime al giovane Medaglini. Un paio di inning prima, al settimo, Carlos Duran l’aveva buttata fuori a destra castigando un lancio di Lorenzo Avagnina, il primo rilievo di Ginanneschi.
Quattro homeruns. E nessun errore. Impeccabile la difesa nettunese, esaltata da un Carlos Richetti che ha lanciato da padrone: 7 inning, 4 so, 0 bb, 4 bvc, 0 pgl. Una prestazione notevole, per efficacia, controllo, pulizia tecnica. Neppure una base su ball, lui che una volta non brillava per disciplina e controllo. Chiusura sicura di Marco Costantini.
Sono state appena 5 le battute valide del Montepaschi.3 su 3 per Kelli Ramos, ma… 0 su 4 Dallospedale, 0 su 3 Jairo Ramos, 0 su 3 Ermini, 0 su 3 Sgnaolin, 0 su 3 Bischeri, 0 su 3 Andrea de Santis. Decisamente un attacco inefficace.

Semifinali, gara1

Grosseto – Nettuno 0-8
Successione punteggio:
Nettuno : 0 0 3 0 0 1 2 0 2 = 8
Grosseto: 0 0 0 0 0 0 0 0 0 = 0

Lanciatore vincente Richetti; lanciatore perdente Ginanneschi.

San Marino – Bologna 1-9
Successione punteggio:
Bologna : 7 1 0 1 0 0 0 0 0 = 9
S.Marino : 0 1 0 0 0 0 0 0 0 = 1

Lanciatore vincente Betto; lanciatore perdente Tonellato.


Azioni

Information

3 responses

7 08 2008
conte#45

Già che ho dovuto aspettare le 22… anziche le 21 per veder la partita di Grosseto , onore al Nettuno.. dritto e capace di leggere i “tempi di lancio .. e il pensiero che avevano in quell’attimo ” del Gina e dei rilievi maremmani per sparare 4 hr … , non mettiamo subito all’indice il BBC , di sicuro come per tutti … ” dopo una musata… ci si rialza forti ..più di prima…” , a Nettuno sarà un altro copione da entrambe le squadre :una che deve riconfermare quanto fatto in partita 1 , l’altra che deve far ricredere tutti… , senza perder d’occhio quel che succede tra le altre due pretendenti ;

7 08 2008
John C. Rotondo

Bologna veramente devastante al primo inning!!!

7 08 2008
tylermets

grande il commentatore di maremma channel!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: