IBL, Grosseto lascia ancora a secco il Parma, Nettuno si riscatta a S.Marino e difende il secondo posto. Redipuglia vince la sua seconda partita. Bologna batte Rimini al 10° con il nono HR di Austin

26 07 2008

di MAURIZIO ROVERI

Ancora uno shutout del Grosseto. In gara2 dell’ultimo turno di regular season i maremmani campioni d’Italia lasciano nuovamente a zero un Cariparma demotivato che, fallito l’obiettivo playoff, ha già la testa nella Coppa Italia dove – con il suo parco di giocatori italiani – potrebbe fare strada. E proprio in vista della Coppa Italia, che per disposizione della Federazione verrà giocata senza i giocatori stranieri, la formazione emiliana sta cercando di recuperare Stefano Bazzarini sul monte di lancio.

Il pitcher friulano, fermo a lungo in questa stagione per il problema al gomito che già l’aveva fatto soffrire quand’era a Bologna, si rivisto sul mound per un inning. Bazzarini e, prima, Corradini con un inning a testa hanno chiuso senza concedere punti la partita di un Mike Natale che ha avuto vita dura contro il solido e concreto lineup del Grosseto. Già al secondo inning Natale vedeva un suo lancio scaraventato oltre la recinzione: un “solo homer” di Kelli Ramos completamente recuperato dopo uno stop abbastanza lungo per infortunio. Il momento più difficile per il pitcher oriundo del Parma arrivava però sul quinto assalto dei maremmani. Evidentemente innervosito da un errore del suo giovane seconda base Fanfoni, commesso con 2 out, Natale andava in crisi e subiva ben 5 punti. Micidiale il fuoricampo da 3 punti di un Raul Marval in grande serata. Natale lasciava il mound dopo la sesta ripresa, con 8 valide concesse e 6 pgl.

Nel Montepasch si è rivisto come lanciatore “partente” Junior Oberto, la cui ultima “partenza” era datata agosto 2007. Tre inning per Oberto, che ha ancora qualche problema di controllo ma che comincia a riprendere confidenza con il ritmo-partita dopo la lunga inattività. Manager Mazzotti in questa tranquilla galoppata ha collaudato quasi tutto il suo bullpen, mandando sul monte Yovany D’Amico, Ferrari, Leonardo D’Amico e Preziosi (al quale è stata assegnata la vittoria per le migliori statistiche (una sola valida e nessuna base su ball in 2 inning lanciati).
Il Montepaschi con questo successo mantiene ancora viva la speranza di acciuffare in extremis il secondo posto: missione tuttavia difficile perché la Danesi Nettuno si è riscattata sul diamante sammarinese di Serravalle e, dopo la figuraccia di giovedì, è andata a vincere una partita stretta stretta (2-1 il risultato finale). Giovanni Carrara e Carlos Pezzullo hanno lanciato molto bene, con quella sicurezza che il disastroso Florian non ha avuto in gara1.

Nettuno molto più solido e concentrato in questa prestazione. Il singolo di Igor Schiavetti al terzo inning propizia i 2 punti che saranno decisivi. San Marino accorcia le distanze al quinto con un “solo homer” di Rovinelli, si fa pericoloso anche al sesto (corridori in prima e seconda ed un solo out) ma la difesa nettunese non si fa sorprendere e tiene saldamente sotto controllo ogni tentativo sammarinese. L’ultimo attacca dei Titani è la “fotografia” di questa gara: San Marino lo apre con un incoraggiante doppio di Vasquez, ma… poi Pezzullo mette strikeout De Biase e fa battere male Rovinelli costringendolo ad ua battuta in doppio gioco. Il Nettuno chiude così, con personalità, questa partita che lo avvicina al secondo posto finale di regular season.

Austin, sempre lui. Il bomber americano della Fortitudo Italeri decide gara2 contro Rimini con un fuoricampo al 10° inning. E’ un “solo homer” che spinge Bologna al successo per 3 a 2. E si tratta della vittoria stagionale numero 33 per l’equilibratissima, compatta squadra diretta da Marco Nanni.
Austin con il nono homerun respinge l’assalto al suo trono di Carvajal, il vecchio drago che a Godo, su quello che è stato il suo campo, batte l’ottavo fuoricampo stagionale. E firma anche un triplo, nella partita che vede i Rangers Redipuglia (orgogliosi e scatenatissmi) vincere la loro seconda partita di un campionato pieno di tante sconfitte.I Rangers della Venezia Giulia segnano 12 punti, confezionano 19 battute valide, picchiano duro su Nisco e Agostinelli e fanno punti fino al nono inning (anche su Petrini e Torri). Una serata da ricordare per i Rangers, che lasciano la A1 con una prestazione scoppiettante, la migliore della loro difficile avventura nella IBL. Prima volta da vincente per il lanciatore Matteo Bertoldi, che in 6 inning ha confezionato sette strikeout, concedendo 5 basi su ball, 3 valide e 1 solo pgl. Rilievo Cossar.

Questa sera la regular season si conclude. E’ già stato quasi tutto deciso. Resta, interessante, la lotta per il secondo posto: cioè il tentativo del Montepaschi Grosseto di strappare la seconda posizione al Nettuno. Il team laziale di Ruggero Bagialemani ha una lunghezza in più da difendere. Il Grosseto confida nell’aggancio, che significherebbe sorpasso perché in un eventuale arrivo a pari merito i toscani farebbero valere il vantaggio negli scontri diretti.


I risultati
Montepaschi Grosseto-Cariparma 6-0;
 Fortitudo Bologna-Telemarket Rimini 3-2 (10°); 
T&A San Marino-Danesi Nettuno 1-2
; De Angelis Godo-Rangers Redipuglia 5-12.


La classifica: Bologna 804 (33-8); Nettuno 682 (28-13); Grosseto 658 (27-14); San Marino 609 (25-16); Parma 536 (22-19); Rimini 463 (19-22); Godo 195 (8-33); Redipuglia 048 (2-39).


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: