IBL, da stasera finale-thrilling di regular season: chi entra nei playoff e chi rimarrà fuori? Occhi puntati su S.Marino-Nettuno (diretta Tv) e su Grosseto-Parma. Intanto, a Bologna, Austin insegue la Tripla Corona

24 07 2008

di MAURIZIO ROVERI

Col fiato in gola. Ultimo turno di regular season da vivere intensamente, fra brividi e sussulti, per i club (ed i loro fans) impegnati a conquistarsi in volata l’ingresso nei playoff. Due sole squadre hanno la certezza di partecipare alla post-season, dove si lotterà per lo scudetto: sono la Fortitudo Bologna, dominatrice fino ad ora del campionato con 31 partite vinte e appena 8 perdute, e la Danesi Nettuno che viaggia con 27 successi e 12 gare perse (i nettunesi, tuttavia, non sono ancora sicuri del loro secondo posto attuale). In terza posizione i campioni d’Italia del Montepaschi Grosseto (25-14) che presumibilmente manterranno questa collocazione, ma teoricamente potrebbero ancora scavalcare il Nettuno andando a guadagnarsi il secondo posto ma anche, addirittura, scivolare vertiginosamente e saltar fuori in maniera clamorosa dalla zona playoff (molto improbabile).

T&A San Marino (24-15) e Cariparma (22-17) sono le due formazioni che vivranno più drammaticamente la “tre giorni” conclusiva (stasera, domani sera e sabato sera) della regular season. Occhi puntati dunque sul diamante sammarinese di Serravalle (dove questa sera ci saranno le telecamere di Rai Sport Più) e dello Jannella grossetano.

Ecco la situazione, squadra per squadra. Le prospettive, le ipotesi. Tutto quel che può accadere. Cominciamo intanto dal programma di quest’ultimo turno che propone due sfide-chiave: San Marino-Nettuno e Grosseto-Parma, poi due trittici ininfluenti per la classifica: Bologna-Rimini e Godo-Redipuglia.

Situazione del Nettuno. Per conservare il secondo posto gli basta una sola vittoria sul diamante sammarinese se… il Grosseto vince due partite su tre allo Jannella; ma gliene occorrono invece due di successi nella trasferta del Titano se i maremmani campioni d’Italia fanno una tripletta in casa, contro Parma. Il Nettuno deve evitare di farsi raggiungere dal Grosseto perché un eventuale arrivo a pari merito premierebbe la formazione toscana che vanta un 4-2 negli scontri diretti.

Che cosa potrebbe succedere se Nettuno dovesse perdere tre volte a San Marino e il Grosseto ne vince due contro Parma? Arriverebbero a pari merito, a quota 27 vittorie, i maremmani, i laziali e la squadra della Repubblica del Titano. Ebbene, si verificherebbe un clamoroso ribaltone: per via della classifica avulsa, il San Marino (che è 4-2 con Grosseto e che con una eventuale tripletta verrebbe ad avere un 4-2 anche nei confronti dei nettunesi) balzerebbe incredibilmente al secondo posto, il Grosseto sarebbe terzo e il Nettuno quarto.

E se dovessero fare “il pieno” Parma e Nettuno? Ovviamente Nettuno secondo, il Parma scavalcherebbe il San Marino e raggiungerebbe il Grosseto: gli emiliani di manager Gerali si classificherebbero al terzo posto perché avrebbero un bilancio favorevole nei confronti diretti.

Altra ipotesi: vince due partite il San Marino e vince due partite il Grosseto. Resta fuori dai playoff il Parma, si qualifica San Marino con il quarto posto, Grosseto mantiene la terza posizione e il Nettuno la seconda.

E ancora: ipotizziamo due vittorie del San Marino e due del Parma. Non basterebbero agli emiliani per entrare nei playoff, il San Marino resterebbe dentro e anzi raggiungerebbe il Grosseto scavalcandolo per via del bilancio dei confronti diretti.

E nel caso due vittorie del Nettuno sul Titano e altrettante del Parma in Maremma? Si qualificherebbe il San Marino e resterebbe fuori il Parma.

La realtà è che al San Marino, per rimanere nella zona playoff, basta vincere anche una sola partita e portarsi a quota 25 se il Cariparma (che ora è a quota 22) non riuscirà a fare la tripletta in Maremma.

Ma se viceversa il Parma fa tripletta e San Marino vince una volta sola contro Nettuno? Si verificherebbe una situazione di tre squadre a pari merito con 25 partite vinte e 17 sconfitte. Per via della classifica avulsa verrebbero clamorosamente esclusi dai playoff i campioni d’Italia in carica del Montepaschi! Il Parma si classificherebbe terzo (essendo in vantaggio nei confronti diretti sia con i Titani, sia con i maremmani), il San Marino affererebbe la quarta posizione (l’ultima utile per entrare nei playoff) buttando fuori il Grosseto. Ricordo che San Marino vanta un 4-2 nei confronti diretti con i toscani.

Chiusura di regular season tranquilla per la capolista Bologna (matematicamente prima) contro un Rimini che già la settimana scorsa aveva perso ogni speranza di partecipare al round robin di semifinale-scudetto. Che partirà il 6 agosto. La squadra romagnola sarà al Falchi senza Manny Alexander la cui stagione italiana è già terminata (4 giornate di squalifica, e non potrà neppure giocare in Coppa Italia perché questa manifestazione è “proibita” ai giocatori stranieri…). Inoltre, stasera e domani, ai Pirati romagnoli mancherà pure Juan Melo (anch’egli squalificato, per due gare). Il manager bolognese Marco Nanni farà qualche esperimento. Stasera la “partenza” sul monte di lancio sarà affidata a Martin Vargas, che sfiderà il miglior lanciatore in assoluto della regular season: Gustavo Martinez.

Il trittico di Bologna tuttavia propone un motivo interessante e di grande curiosità. Richard Austin, il bombardiere della Fortitudo, è in piena corsa per tentare di vincere la Tripla Corona. Cioè aggiudicarsi contemporaneamente la classifica dei fuoricampo, della media-battuta e dei “punti battuti a casa”. Una performance che nel campionato italiano nessuno riesce più a realizzare da ben sedici anni. L’ultimo a firmare questo straordinario exploit è stato il bolognese Roberto Bianchi nel 1991 quando giocava con la casacca di Milano. Il grande Roberto Bianchi era già riuscito in quest’impresa nel 1987 quando nella sua Bologna era i trascinatore e l’uomo-immgine della Fortitudo.
Austin, alla vigilia dell’ultimo turno del girone di ritorno (i leader stagionali vengono appunto determinati al termine della regular season) è primo nei punti battuti a casa con 45 (secondo è attualmente Jairo Ramos con 39), è primo nei fuoricampo con 8 (lo tallonano Jairo Ramos e Carvajal con 7), ma… è secondo nella classifica della media battuta che è comandata da uno stratosferico Giuseppe Mazzanti. Il bomber nettunese viaggia con uno strepitoso 390 di average, Austin è a 372.
E’ bene dire subito che è difficile il tentativo di Austin di vincere la Tripla Corona. Il vantaggio che ha Mazzanti può essere sufficiente, anche perché supponiamo che Peppe almeno un paio di valide riuscirà a metterle a segno nel trittico che vede il Nettuno giocare a San Marino. Inoltre, Austin deve fare attenzione a non perdere il primato dei fuoricampo: Jairo Ramos è minaccioso, però ancor più pericoloso il vecchio Carvajal che con il Redipuglia è di scena nel piccolo campo di Godo (che Carvajal, ex dei Goti, conosce bene), dove è abbastanza semplice buttarla fuori per u battitore di potenza come Carvajal.


In campo giovedì 24 luglio ore 21 (lanciatori stranieri)
T&A San Marino-Danesi Nettuno (diretta Rai Sport Più)
Telemarket Rimini-Fortitudo Bologna
De Angelis Godo-Rangers Redipuglia
Montepaschi Grosseto-Cariparma

In campo venerdì 25 luglio ore 21 (lanciatori italiani)
T&A San Marino-Danesi Nettuno
Fortitudo Bologna-Telemarket Rimini
De Angelis Godo-Rangers Redipuglia
Montepaschi Grosseto-Cariparma

In campo sabato 26 luglio ore 21 (lanciatori di scuola italiana)
T&A San Marino-Danesi Nettuno
Fortitudo Bologna-Telemarket Rimini
De Angelis Godo-Rangers Redipuglia
Montepaschi Grosseto-Cariparma

Classifica: Bologna 795 (31-8); Nettuno 692 (27-12); Grosseto 641 (25-14); San Marino 615 (24-15); Parma 564 (22-17); Rimini 488 (19-20); Godo 179 (7-32); Redipuglia 026 (1-38).


Azioni

Information

3 responses

24 07 2008
claudio vecchi

giovedi cioè oggi è BOLOGNA-RIMINI non RIMINI-BOLOGNA..il trittico si gioca tutto al FALCHI…………

24 07 2008
Maurizio Roveri

Hai ragione, Claudio. Si gioca tutto il trittico a Bologna. Come ovviamente sapevo. Infatti il titolo (che ho fatto io) è giusto. Purtroppo nell’unica cosa che ho riportato, e dunque non fatta da me, c’era l’errore. Mi riferisco al programma delle partite, tasmesso dall’ufficio stampa FIBS (ma stavolta non c’entra, presumo, il Communicator…). Erano le 6 del mattino, come al solito passo le notti a realizzare Doubleplay (oltre a collaborare a BaseballItalia) e faccio tutto questo UNICAMENTE per passione e per cercare di essere utile al baseball (chissà se le Società e la Federazione riescono a capire lo sforzo notevole che siti come Doubleplay e BaseballItalia stanno facendo…). A quell’ora, dopo avere compilato tutte le ipotesi possibili che possono verificarsi nell’ultimo turno di regular season, e con gli occhi arrossati per le tante ore passate davanti al computer, ho aggiunto all’articolo il PROGRAMMA prendendolo direttamente dal comunicato stampa che ha trasmesso la Federazione. E lì c’era l’errore, che mi è sfuggito: veniva dato Rimini-Bologna come gara1, anzichè Bologna-Rimini. Un comunicato ufficiale d’una Federazione non dovrebbe contenere imprecisioni. Questa è ulteriore dimostrazione che nel baseball italiano c’è troppa improvvisazione, come ho scritto nel servizio apparso in questi giorni su BaseballItalia.

24 07 2008
paolo palmieri

Gentile sig.Roveri , solo alcune osservazioni .

Mi e` stato comunicato che l`incasso della prima partita di Bologna-Rimini sara`devoluto in beneficenza , e questo ,in tempi di magra commerciale , rende onore alla societa` ospitante , oltre che a sensibilizzare il pubblico sul tema della solidarieta`. mi piacerebbe che lei scrivesse qualcosa a riguardo .

Mi sembra che negli ultimi anni , la regular season sia diventata molto piu`avvincente , tanto piu`che anche quest`anno la lista delle finaliste e`ancora indecisa , e questo e` molto bello . A parte la capolista , che mi sembra un rullo compressore a discapito delle previsioni iniziali .Mi dispiace non aver visto partite in quanto residente all`estero , ma da quanto commentano gli spettatori tv , non mi sono perso niente non vedendole via satellite ( mi riferisco ai commentatori ed alle riprese ) .

Leggo sempre molto volentireri il suo sito , cosi` come gli altri che riguardano il baseball , e per questo voglio ringraziare lei e tutti coloro che si impegnano tanto per sviluppare i propri siti cercando di offrire il meglio ai lettori , pero` trovo un po` stancante leggere le continue critiche alla formula del campionato . Ok , l`abbiamo capito , possiamo essere anche d`accordo con quanto scrive , pero`parliamo d`altro .
Non nascondo la testa sotto la sabbia , le difficolta` ci sono e lei giustamente nell`articolo su baseballitalia lo ha espresso molto chiaramente , ma e` giusto essere piu`positivi in cio` che si fa . Mi dispiace leggere di commenti del tipo ” ….quello ha detto …. quello non ha fatto…noi siamo meglio di voi…..voi siete raccomandati ….” e cosi` via , alimentano solo il provincialismo di cui vogliamo essere succubi a discapito del gioco del baseball . Ha ragione , e` un piccolo mondo/mondo piccolo , spero veramente che cambieremo in meglio .
Il professionismo si fa solo con i soldi degli americani , i quali se si muovono vogliono un ritorno e noi saremo sempre alle loro dipendenze in questo senso, ma questo e` l`unico passo che dobbiamo fare per uscire dal buio amatoriale di questi 50 e piu`anni . Bisogna decidere quali e quante societa` si possono permettere di avere un sistema verticale di team sotto di loro e quanta visibilita` commerciale possono portare agli americani , ( es . citta`come Firenze , Milano , Palermo ecc… ) , senza togliere il valore delle realta` piccole che , con tutto il rispetto , non sono appetibili per vendere il prodotto come loro vorrebbero , e che devono mantenere tradizione e qualita` come hanno sempre fatto ( Godo , Anzio , Messina ,la zona Picena e cosi`via ) .
Difficile equilibrio sara` in futuro , se alcuni non accetteranno questo sistema , continueremo a pestarci i piedi e farci dispetti tra societa`, magari limitrofe , solo per avere il sopravvento l`una sull`altra , a non prestarci giocatori impedendo di fatto il loro sviluppo magari in categorie superiori o facendo calcoli se andare o no ai playoff ( roba recente questa) .
Difficile equilibrio sara` in futuro se non valorizzeremo/rischieremo maggiormente i giovani piu`o meno talentuosi ( il nostro e` sport longevo e ci vuole tempo per emergere talvolta ) , spendendo cifre alte per mercenari di poco valore , stranieri o italoqualcosa , poco importa .
Difficile equilibrio sara` in futuro , se le dirigenze non sono lungimiranti e vedono cio` che fanno come un`appendice della propria vita , traendo solo benefici saltuari vincendo questa o quella partita/torneo/campionato .
Fermo restando che coloro che dirigono mettono spesso la mano in tasca e sacrificano il tempo per le famiglie , di cio` ne rendo grazie , ma sapete bene , per lavorare meglio bisogna farlo a tempo pieno .

In conclusione , si , belle parole , ma i soldi ?? ci vogliono quelli !! per forza !!

Ok , li abbiamo noi? no , mai avuti cosi` tanti ( forse il Berlusca anni fa ) , e allora?? mi dispiace , ma credo che solo gli americani li abbiamo in questo momento , sapremo noi abbassare l`orgoglio, cambiare mentalita` e farci guidare da loro ?? . Spero di si , per il bene dei nostri figli che vorranno giocare a baseball/softball in Italia .

Riguardo la Fibs , state facendo del vostro meglio e vi sostengo in questo , ma dovete migliorare la comunicazione/collaborazione con le societa` , e permettere che piu`giovani entrino in Accademia , scusate il consiglio .
Grazie .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: