Clamoroso: niente Tv per la supersfida Nettuno-Bologna, con il primo posto in palio.Fibs e Rai preferiscono Parma-Godo (per il club parmigiano quinto passaggio televisivo, il quarto in un mese e mezzo!). E allora, perchè non Rimini-Grosseto?

16 07 2008

di MAURIZIO ROVERI

A Nettuno è già tutto pronto per la “supersfida”, il trittico più atteso del girone di ritorno. Il più interessante. Sulla carta anche il più spettacolare o comunque di maggiore spessore tecnico, essendo lo scontro fra le prime due in classifica. Nettuno è già tappezzata di manifesti e locandine. In riva al Tirreno erano convintissimi che la gara di giovedì contro Bologna (quella dei lanciatori stranieri) sarebbe stata ripresa dalle telecamere della RAI. Veniva dato per scontato.
No, non è così. Nel senso che le telecamere della RAI (salvo improvvisi cambiamenti… d’umore dell’ultima ora) saranno collocate in un altro stadio. Per riprendere un’altra partita. La FIBS ritiene che sia più coinvolgente e appassionante gara1 fra Cariparma e De Angelis Godo.
Per il Cariparma sarà la quarta volta in televisione nel girone di ritorno, a partire dal 5 giugno. Quattro presenze in sei turni di campionsto (e mi pare che sia andata una volta anche nell’andata). Molto di più della Fortitudo prima in classifica: è stata in questi mesi la squadra più bella d’Italia, quella che ha prodotto il miglior baseball, ma i telespettatori RAI hanno avuto l’opportunità di vederla una volta soltanto in diretta. Esattamente come il Redipuglia…
Il Nettuno, secondo in classifica, di apparizioni in Tv ne ha fatte due soltanto. Lo sponsor Caffè Danesi sarà molto contento!
Vi assicuro che quando ho appreso che l’anticipo televisivo di questa settimana non sarebbe stato Nettuno-Bologna (come logica suggeriva) sono rimasto senza parole. Non ci volevo credere, non ci potevo credere.
Mi risulta che per la Federazione il trittico di Nettuno non sia da ritenere particolarmente importante o interessante, poiché la capolista Fortitudo Bologna e la Danesi Nettuno sono già qualificate per i playoff. E pertanto è meglio collocare nella programmazione televisiva una sfida riguardante la corsa per l’ingresso nei playoff . Considerata più intensa e drammatica. Con più pathos, insomma.
Opinione rispettabile, quella della FIBS, che tuttavia condivido soltanto in parte. Premesso che allo “Steno Borghese” si lotta per la leadership (Bologna arriva a Nettuno con un vantaggio di 3 lunghezze, non più con 5 com’era prima dello scorso week end…), faccio una considerazione e gradirei che i lettori, i telespettatori, tutti gli appassionati di baseball insomma, ci facessero sapere la loro opinione. La constatazione è questa: da che mondo è mondo, nello sport (in qualsiasi sport) conta di più una sfida dove c’è in palio il PRIMO posto. Anziché dove si gioca per il TERZO o per il QUARTO. Mi sembra ovvio, naturale, normale.
No. Nell’anormale (o quasi) piccolo mondo del baseball italiano viene considerata – da chi ha il potere – più importante la battaglia per il terzo o per il quarto posto. E si minimizza, quasi a renderla ininfluente, una partita come Nettuno-Bologna che è la storia del nostro baseball. Una sfida fascinosa. SEMPRE. Lo è anche quando non c’è niente di particolare in palio. Immaginiamoci stavolta.
Se si va avanti ragionando così, fra qualche anno sarà più importante la lotta per la salvezza che la corsa per lo scudetto! Anzi, chissà, Fibs e Rai fra due settimane potrebbero proporci un bel Godo-Redipuglia.

Ma vi rendete conto, amici della FIBS, che stiamo parlando di Nettuno-Bologna, cioè la superclassica del baseball italiano? Due città che hanno fatto la storia di questo sport in Italia. Nettuno è “La città del baseball”, qui è nato (portato dai militari americani), qui è stato coltivato come in nessun altro angolo del nostro Paese. Il Nettuno Baseball è il club più prestigioso con i suoi 16 scudetti (in realtà sono 17 perché nel 1958 vinse il Torneo d’Oro, quell’anno l’imbattibile squadrone nettunese non venne inserito nel campionato “degli altri” perché era considerato troppo forte e avrebbe ucciso il campionato…) e le sue 4 Coppe dei Campioni. Bologna ad alto livello c’è da sempre: tant’è vero che sessant’anni fa il primissimo scudetto del baseball italiano venne vinto proprio da una squadra bolognese: la Libertas Bologna. E’ sul finire degli anni sessanta che diventa importante interprete del baseball italiano la Fortitudo: 7 scudetti, 2 Coppe dei Campioni, tantissimi campioni. Da otto anni questo Club partecipa regolarmente ai playoff: e questo significherà pure qualcosa? Inoltre, la Fortitudo ha costantemente comandato il campionato 2008, apprezzatissima protagonista della regular season, avendo spesso messo in mostra un baseball di grande qualità con i suoi campioni Liverziani, Matos, Cillo, Austin, Bautista, Mazzuca, Angrisano…

Ogni volta che Nettuno e Bologna si affrontano è un avvenimento (a maggior ragione quando vale per il primo posto). Per me che sono un innamorato del baseball è così. Evidentemente Federazione e Rai la pensano diversamente. Ma credo che ai telespettatori sarebbe piaciuto un casino vedere il duello fra Jesus Matos e Nelson Cruz sul monte di lancio o fra Peppe Mazzanti e Claudio Liverziani i due italianissimi che guidano la classifica della media-battuta e sono anche (mio giudizio personale) i più forti giocatori in assoluto di questo campionato.

Il ragionamento sul fatto che questo match è ininfluente in proiezione playoff, poiché entrambe le squadre sono già qualificate, al limite (ma molto al limite…) può essere anche accettabile. Se, tuttavia, nella serie di semifinale dei playoff saranno Bologna e Nettuno le squadre che godranno di un maggior numero di “passaggi” televisivi. Com’ è giusto che sia. Questa è una “condizione” imprescindibile.
La Federazione DEVE avere il dovuto rispetto per Club storici come Nettuno e Bologna.

Dunque, per questi ultimi due turni di regular season, Fibs e Rai preferiscono concentrarsi sulla lotta per entrare nei playoff.
Ma anche qui c’è qualcosa che non quadra, che non è normale. E’ stata scelta la partita dello stadio Europeo di Parma, cioè gara1 fra Cariparma e Godo. Interessante, certamente.
Ma chi si intende un po’di baseball si rende conto (non c’è neanche bisogno di pensarci) che è ancor più interessante e più ricca di pathos la sfida in programma nella Casa dei Pirati, fra Rimini e Grosseto. Entrambi sono club importanti, di prestigio. Sfida delicatissima, da vivere “drammaticamente”, per i Pirati di Rimini che rischiano di uscire di scena. Clamorosamente. Ma un certo rischio lo corrono anche i maremmani campioni d’Italia in carica!
E poi, scusate, gara1 fra Rimini e Grosseto propone un fantastico duello sul monte di lancio: Gustavo Martinez contro Lincoln Mikkelsen. Tutto da vedere!

Pur con tutto il rispetto che ho per la squadra di Parma, che è la “più italiana” del baseball italiano, e per il suo timoniere il bravissimo Gilberto Gerali, mi sembra un’esagerazione che il Cariparma vada quattro volte in tivù su sei settimane. E mai la prima in classifica!
Mi sento di dire che non è corretto. Se la Federazione (che ha tre dirigenti parmigiani nel Consiglio Federale, ed è di Parma anche il Communicator) vuol dimostrare la propria trasparenza, dovrà spiegare in maniera convincente questa scelta.


Azioni

Information

25 responses

16 07 2008
BRAVES

MI STUPISCO CHE TU TI STUPISCA !!!!!!!!
COSI’ E’ FACILE MANTENERSI GLI SPONSOR !!!!!!!!!

17 07 2008
franchino

e vero… non c’è piu da stupirsi di niente……… tutti cercano di aggiustarsi il loro orticello, e nessuno pensa alla causa comune, poi ci lamentiamo se siamo uno sport minore …..e non mi riferisco soltanto alla diretta tv

17 07 2008
Wadi

Quoto Braves, leggendo ho pensato quello anch’io.
Quello degli sponsor, quello di Parma in particolare, è un discorso triste, ma purtroppo vero.
E’ la conferma che dell’IBL alla federazione, non frega niente.
Non gli interessa pubblicizzarla in TV e dare al pubblico l’occasione di avvicinarsi, mostrando in diretta la sfida tra i primi e secondi del campionato.

17 07 2008
Alfredo

Sono veramente avvelenato: a noi di Nettuno tocca sopportare tutto, non siamo tutelati una sola volta è venuta la tv a Nettuno: la seconda giornata contrio il Grosseto, va più volte in tv il Godo che la squadra più titolata d’ITALIA, il NETTUNO B.C.
Considerando che oggi lo stadio sarà pieno o quasi la FIBS ha preferisce mostrare Parma con 54 spettatori si e no e dar retta al suo addetto stampa.
Molto probabilmente anche gli operatori RAI avranno preferito Parma (se non sbaglio sono di Milano). Non è cosi che si cresce, caro Presidente Fraccari, di Nettuno vi dimenticate sempre: vi ricordate solo quando dovete farvi pubblicità per le presenze degli spettatori sugli spalti o vendere qualche prodotto che fa comodo a voi cari rappresentanti FIBS.
Mi dispiace molto perchè questa è la partita dell’anno e potrebbe significare il sorpasso (è molto difficile ma so che i nostri ragazzi ce la metteranno tutta): comunque non fa niente continuate con i vostri piccoli giochi di potere: il peggio è vostro e di chi in questi giorni non vedrà le partite.
Adesso spiegatemi voi quando l’azienda Caffè Danesi chiederà spiegazioni ai nostri dirigenti del perchè siamo andati soltanto 2 volte in televisione? Tutto questo dimostra quanto sia povera e piccola la nostra Federazione,non cresceremo mai.

17 07 2008
vito

3 dirigenti+Communicator ( è il termine figo per addetto stampa?) sono di Parma…è ovvio che a pensar male si fa sempre prima..
I grandi mali, o mal costumi, italiani se immersi nello stagno del baseball fanno emergere una realtà dirigenziale, politico-dirigenziale, tra l’imbarazzante e il ridicolo… Conc questo nulla contro il Parma di Gerali e dell’intramontabile Pepita ma sarà una gran bella pubblicità l’Europeo semideserto…

17 07 2008
massimo

è ovvio che a pensar male si fa sempre prima..

Se posso correggo, a pensare male si commette peccato, ma a volte ci si prende ( nel caso del Parma ci si prende sempre )

17 07 2008
mauro

Effettivamente mi pare scandaloso non mandare lo scontro diretto fra la prima e la seconda.
Da tifoso del BBC Grosseto, inoltre, oltre mi sarei aspettato sì Nettuno-Bologna in questa giornata, ma anche Grosseto-Parma all’ultima giornata ( e sarà molto difficile a meno che Parma non raggiunga la quinta apparizione nel girone di ritorno) dato che, nel bene e nel male, sono queste le partite per il primo posto adesso e per il terzo/quarto posto la settimana prossima (intendo Grosseto, Parma o S.Marino).

17 07 2008
braves

caro Alfredo non si tratta di squadra piu’ o meno titolata, qui si parla di far vivere il baseball in Italia e di conseguenza le societa’ con sponsor annessi. Prima cosa da fare è mandare in pensione “quei due ” commentatori e poi diamo pari opportunita’ a tutte le squadre che sia la prima o l’ultima.

17 07 2008
Amedeo

Perfetto BRAVES centrato l’obiettivo, e il communicator è di Parma come il Vice Presidente ed altri due consiglieri, mi auguro che qualcuno della Major League veda la partita in TV con lo stadio strapieno di seggiolini vuoti come sempre, poi invieremo un video sullo stadio di Nettuno per confrontare gli altri seggiolini.
E poi vogliamo parlare di professionismo?????????????????????????????????????????????????

By

17 07 2008
Manny Zago

Come spesso accade la fibs si copre di ridicolo e questa ne è l’ennesima riprova. Non hanno ancora capito che non va coltivalto solo il loro piccolo orticello. Il baseball in Italia è sopravvissuto grazie a tutti gli appasionati e ai tifosi che non lo hanno mai abbondonato sopportando di tutto e di più: dall’intergirone, ai campionati assurdi da 20 squadre, al turno infrasettimanale del Mercoledì, fino alla ridicola idea di far giocare l’IBL IN 4 mesi. Parlano di professionismo, quando loro sono i primi a comportarsi nella maniera più dilettantistica possibile.
Penso che qui nessuno è cieco o stupido, specialmente gli uomini della MLB…

18 07 2008
marco

SPIEGAMI MASSIMO COSA VORRESTI DIRE CON CI SI PRENDE SEMPRE?????????

18 07 2008
marco

inoltre mi sembra sbagliato aizzare i tifosi di nettuno e bologna contro Parma sono d’accordo che Nettuno Bologna andava trasmessa, comunque ritengo massimo fochi e schiroli persone abbastanza oneste da non fare giochini per favorire uno anzichè l’altro….e poi nessuno venga a parlare di disonestà a una società come il Parma perchè in questi anni abbiamo dovuto ingoiare tante di quelle cose da bolognesi e nettunesi che non capisco come la società non abbia reagito….mi ricordo nanni nel 2006 quando protestò con l’arbitro per delle presunte mazze irregolari in una partita qua a parma vinta da noi e dove ci hanno pure rubato un fuoricampo ad Ozuna o le pietose sceneggiate di tutto il nettuno qua a Parma durante gli scorsi play-off e che grazie a quelle siete andati in finale…siete gli ultimi a dover fare le vittime!!!!!

18 07 2008
Alfredo

a marco, ma che stai a di?
Hai Bevuto?
Non so che è successo con Bologna……Ma il Nettuno che c’entra? Negli scorsi Play Off ha strameritato di vincere, anche se Chirici vi aveva favorito con una chiamata assurda regalandovi il punto di Munoz su una doppia eliminazione.
Comunque non c’è problema, il passato è passato non venirlo a dire a noi del Nettuno, caro compare……altrimenti voi di Parma dovreste spiegare troppe cose…..soprattutto dai tempi del (povero Notari…..)
Che Fochi sia onesto nessuno lo mette in dubbio, lui è stato un grande Campione e lavorando per Parma è anche giusto che cerchi di fare qualche cosa per il Parma. Ma Schiroli che lavora solo per la Federazione, per primo non dovrebbe decidere niente, secondo è solo l’addetto stampa,sfacciatamente di parte,ma comunque addetto stampa: per lui come prima cosa viene il Parma e poi il resto e uno cosi non puo lavorare in un posto del genere. Lì ci vuole una persona IMPARZIALE come altri addetti stampa del passato (vedi Enzo DI GESU’).
Una sola cosa spiegami, marco, per tornare al passato e solo per un mio cruccio, visto che segui il Parma: Come mai un anno non ricordo bene quale, il Parma pote avvalersi di due Cubani (di grande lega) come Corrales e Godinez e tutte le altre squadre Italiane non potevano attingere a Cuba perchè il governo non permetteva ai giocatori del giro della Nazionale e altri di emigrare?
Ricordo Notari Presidente…….spiegamelo tu che dici che Bologna e Nettuno sono favorite…….Ti ricordo che Nettuno favorita da fattori esterni non lo è mai stata, vedi Rimini 99 e Grosseto 07.
Ciao e comunque la giustizia divina vi ha castigato: avete voluto la TV (fuori dai Play OFF) e insieme a voi dovrebbero seguirve anche Schiroli e Mangini.
A Parma avete un grande commentatore televisivo e sicuramente molto ma molto più sportivo (anche se tifoso del Parma) come il Sig. Calestani che farebbe meglio di tutti quelli presenti in RAI.
Ciao e speriamo di salire di livello in tutti i sensi per il nostro sport…..

18 07 2008
Marcello

alla faccia di non voler ‘aizzare’. Mi sembra che quello che vuole accendere gli animi sei proprio tu, marco
MM

18 07 2008
Gideon 12

Marco, ma ti lamenti dei nettunesi? Ti ricordi il 2006? Chi ti ha fatto rimanere in A1? Saluti….

18 07 2008
Riccardo Schiroli

Vi spiego il ragionamento che ha portato a scegliere Parma-Godo.
Questa ‘regular season’ assegna 4 posti per un girone nel quale le 4 qualificate ripartono da zero. La lotta per il primo posto è qualcosa di certamente interessante per i tifosi di Nettuno e Bologna, ma di ben scarso valore in assoluto, visto che in fondo influisce solo sul numero di gare che si giocano in casa in questa seconda fase. La lotta per entrare nei ‘play off’ è invece qualcosa di sostanziale. Tra le sfide interessanti in questo senso (la partita di Parma e quella di Rimini) per una serie di ragioni (non ultimo il fattore ambientale: a Rimini l’impianto di illuminazione è insufficiente per realizzare riprese televisive a standard professionali) è stato valutato che la partita più interessante fosse quella di Parma. Mi permetto di aggiungere che l’unica sorpresa di giornata è arrivata da Parma.

Da professionista del settore, arrivato a poche settimane dai 45 anni di età, non posso prendere sul serio l’accusa di aver scelto la partita di Parma perchè si giocava nella città dove risiedo. Per la cronaca, ho dovuto cancellare una serie di impegni a Roma per tornare a Parma, credendo con questo di fare l’interesse del campionato.
Fare l’illazione che io aggiusti il calendario sulla base dei miei comodi, sarebbe come se io accusassi il titolare di questo blog di aver fatto pressione perchè, essendo lui di Bologna, il suo desiderio era vedersi la partita in TV senza viaggiare fino a Nettuno con le strade intasate dell’esodo. Cerchiamo di essere seri…

Sempre per la cronaca: la troupe che effettua le riprese non è RAI, lavora per la FIBS da fine anni ’70 e va dove la FIBS decide, anche se il titolare è di Milano. La RAI ha, come forse sapete, sede a Roma. E quindi credo avrebbe trovato più comodo viaggiare fino a Nettuno.

Infine per la cronaca, Massimo Fochi (una delle varie persone che ho consultato prima di prendere una decisione) mi aveva consigliato di riprendere Nettuno-Bologna

18 07 2008
franchino

a bello….quando parli di nettuno lavati la bocca………..ricordati ilperchè non sei retrocesso l’anno prima…

18 07 2008
massimo

Caro Marco, probabilmente inconsciamente, ma stai legittimando una qualche tipo di “vendetta” nei confronti di Bologna e Nettuno.

Del tipo, Visto che loro hanno fatto questo adesso noi facciamo quest’altro.

Bene adesso non abbiamo più dubbi, la confezione scritta d’uno del Parma.

La cosa triste è che tutto questo è VERO !!! facevamo bene a pensare male allora !!!

18 07 2008
marco

franchino non ha bisogno di risposte…a massimo dico che la mia non è una vendetta perchè le vendette si consumano vincendo sul campo non certo a parole. Dico solo che non mi sembra giusto accusare Parma di giochi di potere il resto è un commento a caldo dopo aver letto gli interventi precedenti e dalla rabbia per la partita del Parma con il Godo…a mente fredda penso di aver forse un po esagerato…comunque ricomincia a pensare bene qui siamo tutti persone più che oneste

19 07 2008
Maurizio Roveri

Rispondo al Communicator: avresti fatto meglio ad ascoltare Massimo Fochi.
E’ sconcertante: pensi di sapere tutto del baseball, o comunqe vuoi dare spesso questa sensazione, e poi ti permetti di affermare che una sfida fra Nettuno e Bologna è di scarso valore in assoluto! Totale mancanza di rispetto nei confronti di due Club storici del baseball italiano. Io credo che la stragrande maggioranza degli appassionati di baseball di tutta Italia avrebbe voluto ammirare la partita che si è giocata allo Steno Borghese giovedì: il grande duello sul monte di lancio fra Nelson Cruz (sei stagioni in Major League) e Jesus Matos (il lanciatore che per continuità di rendimento è stato il migliore in questi anni nel campionato italiano), il duello fra Peppe Mazzanti e Claudio Liverziani i migliori battitori della IBL (due italianissimi!), e poi il confronto fra gli interbase Ugueto e Bautista, i catchers Angrisano (che è stato decisivo con uno spettacoloso fuoricampo) e Parisi; i bombers Austin e Camilo. E così via…
E’ “la sfida”, Nettuno-Bologna. Quella che gli appassionati di baseball, i telespettatori, avrebbero voluto vedere.
Ma nel “prodotto” IBL ci credete veramente o no? Lo volete “vendere”? E allora, nel fare la programmazione televisiva, si deve PRINCIPALMENTE andare incontro ai gusti dei telespettatori.
Io lo dico per la gente. A me personalmente cambiava poco, ci fosse o non ci fosse stata la teletrasmissione di Nettuno-Bologna: sono abbastanza esperto e professionale per organizzarmi, informarmi, cosicchè della gara di giovedì ho saputo ogni cosa (o quasi) come l’avessi vista.
Noto nel tuo scritto, Communicator, una certa mancanza di rispetto nei miei confronti. Il titolare di questo blog (che in realtà è un sito, e giornalisticamente di qualità) è un giornalista professionista da molto tempo, più di te, e con una apprezzabile carriera alle spalle: scrivo di baseball dal 1969, ma soprattutto ho seguito per decenni cose importanti di sport che in Italia sono molto più importanti del baseball. E l’ho fatto a lungo su un grande giornale sportivo nazionale. Ti inviterei pertanto ad usare maggiore considerazione. Soprattutto perchè l’addetto stampa di una Federazione avrebbe il compito, il dovere (anche la convenienza) di tenere buoni i rapporti con la stampa. Particolarmente con i giornalisti di un certo livello o comunque di una certa anzianità professionale.
Io non ti ho mai accusato, o fatto illazioni che tu aggiusteresti il calendario in base ai tuoi comodi. Questa è pura fantasia. Forse non mi conosci ancora bene…
Io ho semplicemente elencato i “passaggi” televisivi del Cariparma (5), della capolista Fortitudo Bologna che ha dominato la regular season (1 sola volta in TV, come Redipuglia), del Nettuno secondo in classifica (2 volte), del Grosseto (3, come il Godo). C’è qualcosa che non quadra in questa programmazione. Invece di arrabbiarti, cerca di dare una spiegazione valida, accettabile a queste scelte.

19 07 2008
braves

Caro sig. Schiroli, ma l’impianto di illuminazione di Rimini non era scarso anche quando hanno “avete”fatto vedere il Parma a Rimini ?
poi come vede si scatenano tutte queste guerre tra poveri: noi del Nettuno…..perche’ voi di Parma ……..e loro di Rimini ecc.ecc…… voi fate i vostri interessi societari e di cuore!!!!
L’avete fatta fuori dal vaso e poche storie !!!!!!!!!!

20 07 2008
Enrico Luschi

Il salotto buono del Baseball Italiano.

21 07 2008
Maurizio Roveri

Una piccola precisazione: il salotto del baseball italiano. Toglierei il buono. Nel senso che vorrei (è la mia speranza) che in Doubleplay si dialogasse dicendo cose GIUSTE. Soprattutto cose giuste. Il buonismo? Se ne vale la pena, si usa. Altrimenti no. L’importante è esprimere opinioni, concetti, indicazioni, idee, che possano essere utili al “mondo piccolo” del baseball italiano per aiutarlo a compiere quel salto di qualità che aspettiamo da sempre.

22 07 2008
Riccardo Schiroli

Caro Maurizio, provo un po’ di tristezza a leggere quello che scrivi. E intendo chiudere qui, perchè non vedo niente di utile a “confrontarsi” in questa maniera malata. Ti devo per altro informare del fatto che io non avrei potuto scrivere di baseball nel 1969. Perchè non sapevo scrivere, avendo completato la prima elementare nel 1970.
Una delle poche cose che chiedo alla vita è di non ridurmi nel 2020 a dire a qualcuno nato nel 1985 che io, quando lui nasceva, stavo già facendo radiocronache di baseball.

23 07 2008
Maurizio Roveri

Riccardo
se provi tristezza… cercherò di essere più allegro nei miei prossimi servizi. Anche se è difficile essere allegri quando si deve valutare la situazione del baseball italiano e ci si accorge che diverse cose non funzionano, anche sul piano della comunicazione, dei rapporti, degli atteggiamenti.

Rispondo al tuo commento in maniera serena. Anche se tu – al di fuori del sito – mi hai mandato al mio indirizzo personale una mail che definirei vergognosa. Ma questo ai lettori non interessa. E comunque, non me la prendo: cerco di usare buon senso e di essere superiore a certe cose.

La settimana scorsa, quando ho scoperto che FIBS e RAI avevano scelto di trasmettere in Tv Parma-Godo anzichè Nettuno-Bologna che era la sfida clou e sicuramente quella che i telespettatori avrebbero gradito vedere, mi sono sentito in dovere di intervenire. Per annunciare questa decisione (che stava passando sotto silenzio). E spiegando perchè ritenevo che fosse una scelta sbagliata. Ho fatto il mio mestiere. E credo d’aver fatto del buon giornalismo: lo dimostrano i commenti di tanti lettori e telespettatori (tutti sulla stessa linea) e lo dimostra poi il tuo intervento del 18 luglio su BaseballItalia con il quale hai ammesso che la valutazione sul calendario delle riprese televisive doveva essere diversa.

Sbagliare si può. Anche il Communicator non è infallibile. E allora, non capisco certe acide considerazioni (eufemismo… ) che hai usato nei miei confronti.
Penso che il Responsabile della Comunicazione di una Federazione dovrebbe tenere i rapporti con tutti e usare SEMPRE il dovuto rispetto. A maggior ragione nei confronti di un giornalista professionista che ha alle spalle una lunga carriera e – permettimi di dirlo – più che decorosa. Costruita lavorando per molto tempo in un importante quotidiano sportivo nazionale.

Nn vivo di ricordi, Riccardo, non ne ho bisogno. Il sito Doubleplay, che da gennaio ho creato, ha un apprezzabilissimo numero di lettori (fra l’altro, ho anche ospitato tuoi servizi). E gli articoli che scrivo su Doubleplay e su BaseballItalia sono all’insegna del buon giornalismo. Comunque, sempre dettati da quell’equilibrio e da quella obiettività che da sempre caratterizzano il mio lavoro.

So di essere apprezzato dai lettori e questo è l’aspetto più importante per un giornalista. Tutto il resto viene dopo. Chiaro che mi aspetterei anche un po’ di gratitudine da parte di certi addetti ai lavori. Visto che metto al servizio del baseball italiano la mia professonalità, il mio impegno, la mia firma.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: