IBL, Grosseto avvelena la vita alla Fortitudo che ora rischia l’aggancio del Nettuno in vetta. Parma completa la tripletta ai danni del S.Marino ed entra in zona-playoff. Rimini ci spera ancora

13 07 2008

di MAURIZIO ROVERI

La notizia del giorno è che, per la primissima volta dall’inizio del campionato, la capolista Fortitudo Bologna perde un week end. A firmare l’impresa di vincere una serie contro lo squadrone di Nanni, mandandolo al tappeto due volte di fila, è il Montepaschi Grosseto. Che confeziona il suo sabato magico al “Falchi” nel terzultimo turno di regular season e conferma il buonissimo stato di salute del suo lineup.
La seconda notizia del giorno è la tripletta del Cariparma ai danni del San Marino, con due vittorie realizzate in trasferta dopo quella firmata nell’anticipo televisivo di giovedì allo stadio Europeo. Una performance che potrebbe avere un peso determinante nella corsa verso i playoff: la formazione emiliana, ottimamente diretta da Gilberto “Gibo” Gerali, aggancia in classifica il San Marino. Anzi, virtualmente ha portato via il quarto posto ai Titani poiché – in caso di arrivo a pari merito – Parma potrebbe contare su un eloquente 5-1 nei confronti diretti. Bellissimo il recupero in classifica che Leo Zileri e i suoi compagni stanno confezionando. Sullo slancio, Parma può anche andare addirittura ad insidiare il terzo posto del Grosseto il cui calendario – nelle ultime due settimane – appare decisamente impegnativo: delicatissima trasferta a Rimini nel prossimo week end (contro una Telemarket che si gioca tutto, dunque ne farà una questione di… vita o di morte), poi in chiusura di regular season proprio l’insidioso scontro diretto con i parmigiani allo stadio “Roberto Jannella”.
Calendario duro, però il Grosseto in questo momento sembra in grado di battere chiunque con il suo lineup micidiale. I Campioni d’Italia stanno giocando da Campioni d’Italia, ora che non sono più flagellati da quell’infinita serie di infortuni e contrattempi che li ha penalizzati a lungo e in maniera pesante.

I risultati del terzultimo turno aggiungono ancora più pathos a questa appassionante fase finale di regular season, dove si lotta aspramente e drammaticamente per non uscire dalla scena del campionato già il 27 luglio (è il triste destino di chi non entrerà nei playoff), ma… si combatte anche per il primo posto finale. Che la Fortitudo non è riuscita a mettere al sicuro.

Ecco un’altra notizia del giorno: la Fortitudo Bologna, dopo aver dominato per tre mesi producendo il miglior baseball d’Italia, rischia di perdere in volata il primato! E sarebbe una beffa clamorosa, atroce. I due ko casalinghi accusati per mano del Montepaschi hanno ridotto a tre lunghezze il vantaggio dei bolognesi in classifica nei confronti della Danesi, che ha fatto l’en plein contro Redipuglia.
Ebbene, dove giocherà Bologna giovedì, venerdì e sabato della prossima settimana? A Nettuno. Tre partite allo “Steno Borghese”. Tre sfide che gli uomini di Ruggero Bagialemani affronteranno con la prospettiva di un aggancio clamoroso in vetta. Potete immaginare l’eccitazione e il “clima” che accompagneranno queste battaglie.
Pensate: se i nettunesi dovessero infliggere lo sweep ai bolognesi, non soltanto li raggiungerebbero ma virtualmente sarebbero primi in classifica per via dei confronti diretti.
Va sottolineato, tuttavia, che poi nell’ultimissimo turno il Nettuno viaggerà nella Repubblica del Titano (e saranno giorni decisivi per i sammarinesi), mentre la Fortitudo riceverà la Telemarket Rimini in un trittico al Falchi che per i romagnoli potrebbe contare tantissimo oppure essere già ininfluente (fra le squadre in competizione per entrare nei playoff Rimini è quella più in ritardo).

Interrogativo del giorno: perché la Fortitudo, reginetta del campionato, che viaggiava con 29 vittorie e appena 5 sconfitte dopo il successo di venerdì notte, ha perso per la prima volta una serie? Che cosa è accaduto?
Semplice: ha sbattuto dolorosamente il grugno contro un Grosseto preparatissimo (bravo Mazzotti), motivatissimo, aggressivo, che nel box di battuta esprime una continuità disarmante. Battono tutti, dal leadoff al nono del lineup, con una naturalezza impressionante. Prendiamo le due partite di sabato: Grosseto ha fabbricato 13 battute valide in gara2 (6 contro Cillo, 6 contro George, 1 contro Paoletti) e ben 18 nei dieci inning di gara3 (7 contro Betto, 5 contro D’Angelo, 6 contro Milano). Totale 31 battute valide in due partite ravvicinate, con 4 doppi e 1 fuoricampo.
Battitori di media, i grossetani. Battitori di singoli, soprattutto: sempre e comunque. Non ti danno tregua. Colpiscono con grande regolarità. Riflessi, occhio, la capacità di prendere il tempo ai lanciatori. Confezionando quelle “velenose” (battute insidiosette in diamante, oppure palline che cadono in “zona di conflitto”) che mettono pressione e inquietudine nella difesa avversaria. E poi ci sono le strategie (bunt, batti e corri, rubate), nonché la buona velocità di diversi giocatori del Montepaschi nel correre sulle basi. Anche nella partita perduta venerdì notte (a causa soprattutto dei disastrosi rilievi di Ferrari e Leo D’Amico), Grosseto aveva battuto più valide di Bologna.
Le mazze dei campioni d’Italia hanno danzato e cantato, sia nel caldo torrido di un afoso pomeriggio bolognese, sia in notturna sotto la luce dei riflettori. Devastanti, nella terza sfida, tre italiani: Gabriele Ermini 4 su 5, Andrea Sgnaolin 3 su 6, Lorenzo Avagnina 2 su 6 e autore di quel profondo fuoricampo sui 120 metri contro Matteo D’Angelo al settimo inning. Una gara gonfia di emozioni: dal 4-1 iniziale per Bologna al 5-4 per Grosseto alla quarta ripresa, diventato poi 7-4. La faticosa tenace rincorsa del gruppo di Marco Nanni portava la Fortitudo ad agguantare il pareggio sull’8-8 proprio in extremis (doppio di Austin, singolo di Mazzuca). Nella prima ripresa supplementare Ermini, Bischeri e Sgnaolin – tutti in gran forma – sorprendevano Fabio Milano con 3 singoli che Grosseto concretizzava in 3 punti. Stavolta alla Fortitudo non riusciva il recupero, perché Ginanneschi abbassava la saracinesca. E vinceva la partita. Grande orgoglio del vecchio capitano maremmano. Come superlativa era stata, nel pomeriggio, la prestazione di Chris Cooper. Che ha vinto chiaramente il duello con un Cody Cillo in affanno, che pare aver perduto un po’ di velocità.
Nella gara2 di Bologna, vinta dai campioni d’Italia con un netto 9 a 2, molto convincente mi è parso l’arbitraggio del bravo Taurelli. La sua è stata l’unica apprezzabile direzione a casabase di questo trittico: impreciso De Franceschi venerdì, decisamente scadente sabato notte Screti che in passato sapeva arbitrare meglio.

Decisivo Orlando Munoz (4 su 5 nel box, con 4 rbi) per il successo del Cariparma che in gara3 ha vinto per 8-4 realizzando 4 punti negli ultimi due attacchi. Lanciatore vincente Roberto Corradini, salvezza di Salsi.

Nettuno travolgente in gara3 (10 punti di vantaggio già al terzo inning!), dopo aver corso qualche brivido di troppo nel pomeriggio (vittoria per 3-2) quando Victor Arias – salito sul monte a rilevare un ottimo Carrara – ha concesso due punti ai Rangers Redipuglia. Poi Pezzullo ci ha messo una pezza (anzi, un… pezzullo).

Nel sabato notte del derby romagnolo, al Casadio di Godo, la Telemarket vince la partita (7-6) e la serie contro i Goti. L’ultimo match è caratterizzati dai fuoricampo. Cinque. Il primo porta la firma di Lockwood, che lancia il Godo in vantaggio. Rimini risponde energicamente con tre homer: Campanini da 3 punti, Amaury Garcia da 2 e Melo a basi vuote. Tranquillamente avanti per 7-3, la Telemarket è costretta a soffrire più del previsto al nono inning quando deve incassare un fuoricampo da 3 di Danilo Sanchez che riapre la partita. Ma Ilo Bartolucci non si fa più sorprendere e “salva” la vittoria di Sandy Patrone.

Riepilogo risultati

Danesi Nettuno-Rangers Redipuglia 8-2, 3-2, 13-2 (7 riprese)
De Angelis Godo-Telemarket Rimini 0-2 (giocata a Rimini), 2-1, 6-7
Fortitudo Bologna-Montepaschi Grosseto 7-4, 2-9, 8-11 (10 riprese)
T&A San Marino-Cariparma 1-2 (13 riprese, giocata a Parma), 2-3, 4-8

La classifica

Fortitudo 806 (29 vittorie-7 sconfitte); Danesi 722 (26-10); Montepaschi 639 (23-13); Cariparma e T&A 583 (21-15); Telemarket 500 (18-18); De Angelis 139 (5-31); Rangers 028 (1-35)


Azioni

Information

15 responses

13 07 2008
Ballpark_Falchi

Strana formazione quella di sabato pomeriggio….per una squadra che vuole vincere non è bene schierare due infortunatissimi che non riescono nemmeno a correre….e quanti errori!….quanta disattenzione!….e al box quante volte la mazza è stata girata sulla prima palla, sui ball….anche i nostri migliori hanno fatto il loro numero….sabato sera i due infortunati erano ancora lì…uno però non ce l’ha fatta proprio ad un certo punto….eppure gli era stato fatto divieto di giocare proprio per gli infortuni…mah, strano strano week end!e certamente non è l’atteggiamento giusto quello di una certa corrente che sostiene che tanto ne abbiamo vinte 29 una sconfitta ci può stare….due sconfitte….perdere va bene, ma perdere in modo ridicolo non è sportivo!

13 07 2008
cuche

Non bastava la gufata sugli errori di Liverziani andata a segno? Il salotto buono deve per forza gufare anche sulla classifica?

13 07 2008
Gideon 12

Saranno due week-end di fuoco, sperando che siano migliore di questo😉 .

My website: http://www.grandeslam.wordpress.com

13 07 2008
Maurizio Roveri

Solitamente non pubblico interventi come quello di tal cuche, senza senso, senza logica, senza significato, senza stile, letteralmente inutile, indegno di apparire su Doubleplay. Ma stavolta faccio una eccezione: lo pubbico per dimostrare a tutti fin dove può arrivare la stupidità.
Inoltre, cuche o come cavolo ti chiami, non so dove tu abbia visto errori di Liverziani. Che non ci sono stati (anzi, Claudio ha fatto una presa in scivolata da buon esterno di Major League). E allora i casi sono tre: o ci vedi doppio, o hai bevuto qualche birra di troppo o galoppi molto con la fantasia…

14 07 2008
cuche

Prima cosa, come le è già stato fatto notare in precedenza da altri, se uno in internet vuole firmarsi con uno pseudonimo, è libero di farlo, quindi non è necessario insultarmi solo perchè lo faccio anche io.
Seconda cosa, l’errore di Liverziani c’è stato, è stato venerdì sera al nono inning quando Claudio giocava in prima (e non esterno), su un doppio gioco casa-prima che non si è chiuso per errore di presa. I classificatori hanno dato errore ad Angrisano, cosa francamente incomprensibile. Mi risulta peraltro che non sia stata l’unica classificazione “fantasiosa” da parte loro all’interno della stessa partita (hanno dato un doppio francamente clamoroso, poi corretto in singolo + avanzamento). Parlo da grandissimo tifoso di Claudio e quindi non mi sarei mai sognato di scrivere stupidaggini calunniose sul suo conto se non avessi avuto ben presente l’azione a cui mi riferivo.
Se la sua risposta al mio commento era questa, poteva proseguire nella sua abitudine di non pubblicare interventi come il mio. Io dal canto mio eviterò di inserirne in futuro, di questo o altro genere.
Buon proseguimento.

14 07 2008
Maurizio Roveri

Bene, eviti pure di inserirne se il suo tono dev’essere quello. Viceversa, se si usa buon senso e si fa un intervento interessante o “costruttivo”, allora il discorso cambia. Sono sempre pronto al dialogo, se èfatto in maniera giusta.

In quanto a quell’azione, credo che l’errore sia un errore di tiro di Angrisano che nell’assistere in prima ha colpito il corridore. Può accadere, talvoltya, anche a cather bravi. Un errore che non macchia il grande campionato di Juan Pablo, il quale si sta confermando anche in A1 un eccellente ricevitore. Un giocatore che io farei giocare sempre. Come farei giocare sempre Joe Mazzuca. Non sta scritto da nessuna parte che possa stare nel dugout anche uno straniero. Esempio: Connell non è ancora recuperato, fatica a correre e allora, pur con tutto il rispetto che Lino merita, in questo momento non può essere consistente. Oppure, potrebbe non esserci niente di strano se in una partita si toglie un giocatore straniero chiaramente deconcentrato o demotivato: mi rferisco al fiacco Rayner Bautista di sabato pomeriggio, molto statico in difesa.

14 07 2008
Zacks

Come Classificatore Ufficiale (ma non di questo trittico) , mi piacerebbe sapere quali sono le classificazioni fantasiose che sono state effettuate venerdi sera. Sul Doppio trasformato in singolo + tiro mi sembra che la scelta sia correttissima (ci si può fermare e pensarci un attimo prima di decidere, non era una decisione così scontata). Sull’ errore da attribuire a Liverziani, il tiro di Angrisano ha colpito il caschetto del corridore ….. quindi va da se che il tiro non era correttissimo. Se ci sono altre decisioni che non sono state gradite mi piacerebbe sapere quali per poterne discutere tranquillamente. Al Dott. Roveri comunico che le statistiche di Cody Cillo sono ora corrette (l’errore era nella assegnazione della vittoria nella partita di recupero con Parma a Parma di Lunedi).
Scusate per l’intervento. Grazie

14 07 2008
Renzo Moretti

Non scrivo mai per abitudine e per non entrare din polemica con alcuno, ma questa volta voglio fare una eccezione:
non so chi abbia ragione tra Maurizio e il sig. “Cuche” sul voler usare pseudonimi o altro, sono spesso critico con i Classificatori (perchè lo sono anche io), ma venerdi sera il prima base non ha fatto nessun errore (non ho usato il nome del giocatore, perchè non bisogna mai – e dico mai – giudicare il giocatore ma la posizione). L’azione si è svolta nel seguente modo: battuta rimbalzante sul lanciatore che assisteva (male) al ricevitore che a sua volta per recuperare il tempo perso, forzava l’assistenza in prima e colpiva il caschetto del corridore ingannando il prima base. Quindi errore di tiro del ricevitore! Si può essere più o meno d’accordo ma si classifica E2T.
Inoltre per non passare per colui che difende Maurizio, dico anche allo stesso (con il quale non sempre sono d’accordo) che non mi sembra sia il caso di criticare una squadra che perde per la prima volta un trittico e lo fa rimanendo in testa alla classifica con tre (3) partite di vantaggio sulla seconda. Caro Maurizio mi sembra che stiano peggio i Nettunesi di noi, loro debbono vincere assolutamente tre per sperare di arrivare primi, a noi ne basta sola una!
Buon lavoro e buon campionato

14 07 2008
Green manalishi

Sabato sera mia prima partita stagionale da aspettatore al Falchi, e ho avuto la sventura di vedere ben due errori di presa al volo, prese entrambe chiamate dal difensore che ha bucato la palla. Con l’aggravante che uno era il lanciatore che, come è noto, quando c’è un pop sulla sua testa l’unica cosa che deve fare è fuggire dal mound e lasciare che se ne occupino gli altri interni. Sarò stato sfortunato, ma due errori come questi, in passato, li vedevi in una stagione. Poi coperture fatte male, tagli così cosà, insomma, va bene che con il canale 213 di Sky siamo abituati fin troppo bene, però a livello tecnico, ho visto delle cose, diciamo, “non entusiasmanti”.

Sono stato sfortunato io?

14 07 2008
Zambo

in effetti Bautista mi pare appesantito nonostante quella bella rubata in seconda di venerdì notte…. avrà già scoperto tagliatelle e tortelloni?

14 07 2008
prince

sono d’accordo col primo commento. Se giochi per vincere e cercare di tenere Grosseto fuori dai play off, non metti in campo la formazione vista in gara 2. Con un Connell (la regola dice che gli anziani non dovrebbero uscire nelle ore piu calde… ) che batte 218 contro i mancini e Angrisano (280) in panchina. Formazione quindi schierata da squadra che aveva 5 partite di vantaggio e non da squadra che fa di tutto per vincere. Totale deconcetrazione invece in gara 3. Due fly caduti in diamante al primo inning. Clamoroso quello caduto a Austin e costato 3 punti. Poi, attacco che si siede dopo i primi 4 punti contro Lucati (10 di media pgl) che nei tre inning successivi concede una valida interna e una bb.
E’ vero che il line up del Grosseto è in gran forma ma la velocità dei lanci di Cillo e D Angelo mi sembra calata. Ora Bologna ha 3 partite sul Nettuno. Su questa classifica nessuno, a inzio della stagione, ci avrebbe scommesso. Ora non vorrei passare da gufo ma va sottolineato il fatto che Nanni in questi 3 anni di gestione non ha mai subito uno 0-3

14 07 2008
claudio vecchi

se vi posso essere di aiuto …. è come dice MAURIZIO il tiro di ANGRISANO è stato deviato dalla spalla del corridore che ha spiazzato l’intervento di LIVERZIANI………

14 07 2008
Maurizio Roveri

Ringrazio Claudio Vecchi (a lui e agli altri collaboratori di manager Marco Nanni faccio i complimenti per il buon lavoro che insieme stanno portando avanti), ringrazio Renzo Moretti e il Classificatore Ufficiale: i loro interventi sono preziosi e servono per fare chiarezza su un episodio di gioco che qualcuno aveva interpretato in maniera errata. Li invito ad intervenire ogni volta che lo desiderano: l’obiettivo che Doubleplay insegue è proprio quello di aprire un dialogo – interessante, costruttivo, gradevole – per dibattere i tantissimi argomenti che un gioco meraviglioso, complesso e intelligente come il baseball propone. Si potrebbe approfondire, ad esempio, un argomento di tecnica. Oppure spiegare e divulgare, con l’ausilio di un classificatore ufficiale, come si tiene uno score, come vengono classificate le varie azioni, le terminologie che vengono usate. Una sorta di clinic, insomma.
Sono aspetti appassionanti del baseball che sarebbe giusto far conoscere in maniera più profonda e coinvolgente. E’ meglio, un milione di volte meglio, dialogare di queste cose anzichè pubblicare certi commenti sterili o polemici che non servono all’immagine del baseball.

Sì, ho notato che il Comitato Classificatori ha provveduto ad aggiornare le statistiche di Cody Cillo. Aggiungendo quella partita vinta che non gli era ancora stata attribuita. Il lanciatore della Fortitudo però… si è fermato lì, perchè sabato scorso ha perso la sua prima gara della stagione.
E qui mi collego alla seconda parte dell’intervento dell’amico Renzo Moretti, persona equilibratissima, cordiale, estremamente per bene. Ma Renzo fa parte della società e dunque anche lui è un po’ “suscettibile” se gli si tocca la Fortitudo. In questo caso credo di non avere urtato la suscettibilità di alcuno, perchè valutando le due sconfitte accusate dalla Fortitudo sabato (e la partita pomeridiana è stata giocata davvero male) sono stato molto soft. Ho usato una critica leggera, limitandomi a dire come sono andate le cose e perchè. E preferendo sottolineare i meriti – che sono stati notevoli – del Montepaschi Grosseto. Mi è parsa la scelta più corretta. Sia per una questione di rispetto nei confronti della squadra di Marco Nanni, interprete di un grande campionato, sia perchè era giusto evidenziare le prestazioni di grande spessore dei maremmani campioni d’Italia.
Non ci sono dubbi: sono stato prodigo di elogi più di chiunque altro – in questi mesi – nei confronti della Fortitudo Baseball. Ed è stato giusto così, perchè ho visto giocare il più bel baseball d’Italia. Questo gruppo ha proposto cose sublimi dal punto di vista degli equilibri difensivi, della coordinazione, della esecuzione dei doppi giochi. Oserei dire meglio ancora della Fortitudo campione d’Italia del 2005 e del 2003.
A volte posso avere addirrittura dato la sensazione (ai lettori non bolognesi) di elogiare in maniera eccessiva la squadra di Bologna, ma non ho fatto altro che raccontare la verità. E poi, io amo veder giocare bene in difesa: lì il baseball diventa arte.
Però, io faccio il giornalista e non il tifoso. Debbo esprimere un’opinione, una valutazione, un giudizio. Con professionalità. Obiettivamente. E dunque, di tanto in tanto, quand’ è necessario, debbo muovere anche degli appunti. E delle critiche. Fa parte del mio mestiere.
La Fortitudo Baseball ha tantissimi meriti. Tuttavia è innegabile che nelle due partite di sabato abbia mostrato un evidente calo di concentrazione e di intensità. Per la prima volta c’è stato un atteggiamento sbagliato. E va detto. Nasconderlo non sarebbe buon giornalismo.
Io condivido l’analisi fatta da Prince. Il trittico con il Grosseto andava “visto” e interpretato in un’altra maniera, non guardando soltanto alla propria classifica… Inoltre non mi è piaciuta la formazione di gara2.

15 07 2008
pudge

questa settimana niente pagellone??🙂

15 07 2008
Maurizio Roveri

Il pagellone è in arrivo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: