Coppa dei Campioni a Grosseto: il Montepaschi travolge i francesi e balza in semifinale. Cade il S.Marino, che si gioca tutto stasera. Nettuno ko in Germania

19 06 2008

di MAURIZIO ROVERI

Montepaschi Grosseto travolgente. Per un perentorio balzo in semifinale. Nella sua seconda partita, in Coppa dei Campioni, allo Jannella, la squadra di Mauro Mazzotti demolisce i francesi del Rouen molto imprecisi e deludenti in questa occasione. Sull’onda emotiva, evidentemente, del successo della nazionale di calcio (che ha eliminato i transalpini agli Europei) anche questa sfida italofrancese nel baseball ci vede prevalere. E nettamente. Il Baseballclub Grosseto non ha voluto essere da meno degli azzurri del calcio e questi francesotti della mazza e del guantone li ha addirittura umiliati, costringendoli ad abbandonare il campo al settimo inning. Nunez, Avagnina, Caracciolo e compagni hanno vinto per “differenza punti” cioè manifesta superiorità: 13-1 il punteggio al settimo inning.


Subito aggressivo e capace di confezionare 3 punti nei primi due turni d’attacco, il Grosseto ha fatto esplodere le sue mazze al quinto assalto producendo un big inning da 7 punti. Dolorosi colpi ai fianchi per gli Huskies francesi, impalliditi e stravolti. Eppure… erano i vicecampioni d’Europa! Ma ieri sera sono stati letteralmente spazzati via.
Rouen ha giocato veramente una cattiva partita: 3 errori difensivi, 10 basi su ball, 2 lanci pazzi, 3 colpiti, e vai con questo baseball da goliardoni…
Tuttavia, la scadentissima prestazione dei francesi non deve sminuire la ruggente prestazione del Montepaschi, che ha ritrovato efficacia offensiva da un Davide Dallospedale liberatosi dallo “slump” che l’aveva recentemente tormentato in campionato. Due battute valide per “Dallo”, su tre turni. E 2 punti battuti a casa, a testa, per Nunez, Avagnina e Caracciolo, 1 per Dallospedale, Preziosi, Ermini, Bischeri, Galli, Sgnaolin.

Veniva dato Yovany D’Amico come lanciatore partente in questa seconda partita della Settimana di Coppa e invece manager Mazzotti ha presentato il fratello di Yovany, Leonardo. Il quale ha lanciato 4 inning, con 4 strikeout, 3 valide concesse, 1 pgl. Buone le 2 riprese di Junior Oberto, in recupero. Anzi, è risultato lui il lanciatore vincente. E chiusura affidata a David Preziosi. Tutto sommato, una passeggiata.
Due partite, altrettante vittorie: questo agevole 13-1, dopo il 2-0 del match d’apertura contro i Royals Greys del Belgio. Montepaschi dunque vola in semifinale. Il primo posto nel girone B è già suo, indipendentemente dal risultato della partita di questa sera allo Jannella (ore 21) contro i modesti tedeschi del Mainz Athletics (ancora a zero).

Deve soffrire, viceversa, il San Marino nel girone A. I Titani, che martedì si erano proposti battendo i Tornado Balashikha della Russia, ieri sono statti presi a spallate dagli olandesi campioni d’Europa (11-4). Corendon Kinheim imperioso. Ha flagellato con continuità i cinque lanciatori (Da Silva, Looney, Martignoni, Marrone e Lucena) che manager Bindi ha avvicendato sul monte nel vano tentativo di arginare la potenzialità avversaria. Anche gli olandesi balzano in semifinale. Fanno paura, ma penso che siano alla portata del Grosseto.
Il San Marino si gioca la qualificazione oggi (in notturna allo Scarpelli) contro i Marlins Puerto Cruz. Avversario ostico, quello spagnolo. Occorre, da parte di Vasquez e compagni, una performance. Altrimenti sarà estremamente difficile qualificarsi.

Nell’altra European Cup, in corso a Regensburg in Germania, parte male la Danesi Nettuno. Battuta (1-3) per mano di un quadrato Barcellona. Spagnoli sorretti dal pitcher Homer Baez che lancia la partita completa facendosi tutti i 9 inning. Sconfitta pesante per il team di Ruggero Bagialemani, perché sul monte è stato utilizzato Carlos Richetti, poi rilevato da Pezzullo il quale è risultato il perdente. L’indisponibilità, per questa Coppa, di Ambrosino, Castrì e Retrosi ha costretto Bagialemani ad inserire Carlos Duran nel roster di Coppa a scapito del lanciatore Nelson Cruz. E proprio Duran si è presentato con due errori difensivi…
Il Nettuno cercherà il riscatto oggi contro il Draci Brno.


Azioni

Information

6 responses

19 06 2008
stefano

Partita di livello scadente a Grosseto tra i francesi,che presentavano diversi titolari di quella nazionale che ci ha battuto 5 a 1 a Barcellona negli Europei, anche se non il forte lanciatore Dubaut!
E gli azzurri persero da questa gente, che ritengo (senza offesa) a livello del Redipuglia, e anzi faticherebbero a trovar posto in parecchie nostre squadre di A2 ……
Basterebbe vedere come il keystone dei francesi girava il doppio gioco rispetto a Marval – Dallospedale. Una pena assoluta, questo Rouen. Non una battuta trattenuta nel guanto anche in caso di eliminazioni, un ricevitore a cui rubavano la 3a in piedi senza che tirasse!
13 punti fatti da Grosseto con sole 8 valide di cui solo una bella (doppio di Marval), certo in questi casi si dice che ci si adegua al livello dell’ avversario, ma non parlerei di aver schiantato l’ avversario….
Stasera ci sono i tanto decantati tedeschi che ieri sera hanno perso dai belgi, mi dispiace ma non chiedetemi di spendere altri 10 euri per simili spettacoli, ne riparleremo dalla semifinale.

19 06 2008
vito

Alla luce dei risultati di questi 2 giorni di european cup grossetana e tedesca, che quadro si può fare del baseball europeo?
La sconfitta di Nettuno, le vittorie risicate di grosseto e san marino contro belgi e russi, gli spagnoli fino alla fine aggrappati alla partita contro gli olandesi.
Premesso che ho letto solo i tabellini e seguito il play by play, possiamo dire che il livello del baseball in Europa si sta livellando?
E se sì, verso l’alto o il basso?
Stanno crescendo le realtà fuori dai diamanti azzurri e arancioni?
Questi risultati e la finale dell’anno scorso con i francesi sono solo un caso?.

20 06 2008
Stefano

Come ho detto sopra ho visto i francesi contro il Grosseto, sicuramente senza i migliori lanciatori, ma la difesa ha fatto ridere (ho visto di molto meglio in A2…), il giorno dopo contro gli onesti belgi con l ‘americano Kourow, non hanno avuto granchè problemi visto che ha fatto 18K!
Certamente nella singola partita contro un buon lanciatore può succedere di tutto, per me rimane un mistero che la Nazionale abbia perso 5-1 da questi qua (che forniscono almeno 4 o 5 nazionali) perchè comunque anche in battuta non hanno fatto vedere un granchè.
Come squadra nettamente meglio gli spagnoli, anche se ieri sera col San Marino i loro lanciatori non hanno retto l’ urto delle mazze dei ragazzi di Bindi.
I francesi sono sì andati in finale nella Coppa dell’ anno scorso, ma c’ è da ricordare che il Grosseto l’anno scorso mancò la semifinale per aver perso per manifesta dal San Marino, disinteressandosi del fatto che valeva il quoziente punti che premiò i francesi.
In conclusione penso che ci sia un certo dislivello tra italiano e olandesi rispetto agli altri e che lo sciagurato risultato dell’ Europeo sia stato determinato dalla pessima conduzione di Faraone e l’imperdonabile scelta di elementi di innegabile mediocrità come i famosi oriundi Ceriani e Norrito, neppure espressione del nostro campionato, mentre si dovrebbe dare posto a dei ragazzi italiani che, quando possono giocare con continuità (è questo il problema), hanno dimostrato di valere di più di questi mercenari!

20 06 2008
Maurizio Roveri

Stefano, concordo in tutto. Ad eccezione della critica che hai mosso alla gestione di Giampiero Faraone, personaggio storico del baseball italiano e meritevole di grande rispetto. Io ho la sensazione che ai “maledetti” Europei della stagione scorsa Faraone abbia avuto poca collaborazione e NON sia stato messo nella condizione di gestire al meglio la Nazionale. Peccato, perchè un personaggio come lui meritava una “uscita” migliore, dopo tutto quello che ha dato e fatto per il baseball italiano. Ho anche la sensazione che certe scelte non siano state fatte soltanto da lui. Forse qualche condizionamento c’è stato. Io non lascerei mai a casa dei ragazzi italiani come Igor Schiavetti e Giovanni Pantaleoni (cito loro perchè so che erano disponibili, fossero stati convocati… ) per prendere un Jack Santora che – fra l’altro – aveva perso quasi tutta la stagione e veniva da un lungo stop!

Siamo il baseball italiano. E allora si faccia tutto il possibile, a livello di Club e a livello di Nazionale, sempre, per coinvolgere e valorizzare i giocatori di scuola italiana. Ci vuole qualche oriundo in azzurro? Va bene, purchè i giocatori con doppio passaporto siano davvero dei RINFORZI e siano l’espressione del campionato italiano. Ad esempio, Cody Cillo, Joe Mazzuca, Giovanni Carrara, Juan Pablo Angrisano (grande catcher, che dal 2009 sarà addirittura “asi”), Chris Cooper. Gente in grado di aiutare l’Italia a fare la differenza.

20 06 2008
Stefano

Di certo Faraone si meritava un’ uscita migliore, ma ancora non s’ è capito chi ha portato Norrito in Italia, ma lo conoscevano?
Per tornare al discorso di cui sopra, il Kinheim sta battendo il Rouen: è 13 a 0 al 6°, come semifinale di Coppa Campioni non mi ricordo un simile dislivello.

20 06 2008
vito

Beh, al termine dei gironi direi che la situazione è molto più chiara…
Olanda-Italia, come la Storia insegna…certo che un po’ di partite tirate, buoni livelli di gioco, etc etc renderebbero tutto più interessante e appetibile, per gli addetti ai lavori, per un nuovo pubblico e per i media…
Ricordando l’Europeo dell’anno scorso mi vien da ridere solo a pensare a quelle nazionalli fasulle come la Gran Bretagna, un vero gioco di prestigio, o per le Olimpiadi ateniesi la nazionale Greco-Americana…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: