IBL, la Fortitudo vince 5-0 il posticipo di Parma. Cody Cillo dominante. George ancora a 0 di pgl. Chiude bene Delgado. 10 valide e vittoria numero 22 per la capolista

17 06 2008

di MAURIZIO ROVERI

Shutout della Fortitudo. La capolista tiene a zero il Cariparma, nel posticipo allo stadio Europeo. Cody Cillo (6 partite vinte e nessuna perduta) è imbattibile, il suo rilievo Chris George continua a non concedere nulla (ancora a zero di media-pgl dopo 24 inning lanciati), Alfredo Lopez Delgado chiude in tutta tranquillità. Morale: la squadra diretta da Marco Nanni vince 5-0, tornando con energia al successo dopo la sconfitta di domenica pomeriggio. Bologna produce il suo massimo sforzo offensivo nelle riprese centrali: 2 punti al quarto inning, 1 punto al quinto e altri 2 al sesto. Per il resto, controllo totale e inesorabile di un monte di lancio sicurissimo e di una difesa solidissima.

Non traggano in inganno i due errori difensivi (che non producono danni): la realtà è che in difesa la Fortitudo confeziona cose splendide. Ad esempio, due “colti rubando” del catcher Juan Pablo Angrisano: uno in collaborazione con Bautista per l’out di Gomez e l’altro in collaborazione con Mazzuca, ai danni di Zileri. E poi un tempestivo out a casabase: combinazione prima base-catcher (Liverziani-Angrisano) per l’eliminazione di Gerali. Altre belle “giocate” hanno avuto per interpreti Mazzuca e Pantaleoni.
E’ una Fortitudo reattiva che, dopo l’incidente di percorso della seconda partita domenicale, torna a produrre buon baseball.

Cody Cillo, bravissimo, intelligente, sempre in perfetto controllo, non lascia neppure le briciole al lineup di Parma: 6 strikeout in altrettanti inning, 1 base su ball e appena 3 valide concesse. La sua personalità domina la partita. Sull’altro fronte Mike Natale parte forte, con 5 strikeout sui primi 3 attacchi di Bologna. Ma già alla quarta ripresa sono dolori per l’oriundo del Cariparma. I battitori della Fortitudo gli prendono le misure, gli battezzano i lanci, gli rubano il tempo. Il primo inquietante messaggio glielo manda Claudio Liverziani, legnata al centro, doppio. Natale allora gioca “sporco” il pericoloso Austin ma gli regala base.Velenosa battuta di contatto di Joe Mazzuca che si trasforma in una valida interna, perché Gomez non riesce a fare l’out. Liverziani raggiunge la terza. Nel box tocca ad Angrisano: sulla sua battuta Mazzuca viene eliminato in seconda, però con abilità spezza il doppio gioco al Cariparma e c’è il tempo per Liverziani di arrivare a casabase per il punto dell’1-0. Poi errore di Fanfoni, schierato in seconda base, che non trattiene la pallina battuta da Landuzzi permettendo a Richard Austin di raggiungere casa base. 2-0 al 4°.
Il quinto attacco bolognese si apre con un singolo di Bautista, spinto in seconda da un bunt di Pantaleoni e in terza da una volata di Liverziani. Si scompone Natale, lancio pazzo, Bautista a punto. 3-0.
Le altre due segnature arrivano sul sesto assalto della Fortitudo. Mike Natale, già in… riserva e abbastanza confuso, si fa ripetutamente toccare dalle mazze bolognesi. Cinque battute valide consecutive. Autori: Angrisano, Landuzzi, Alaimo, Bonci e Bautista. Determinante il singolo di Diego Bonci, che spinge a casabase Angrisano e Landuzzi. 5-0.

Il Cariparma continua ad essere offensivamente inefficace, anche contro George e Delgado. A manager Gerali resta soltanto la soddisfazione di veder Filippo Mori fare buone cose nei suoi tre inning lanciati, come rilievo di un Mike Natale che anche questa volta (come già nell’andata) dimostra di soffrire i battitori della Fortitudo.
La capolista bolognese raggiunge quota 22. Va alla sosta del campionato con un record di ventidue partite vinte su ventisette giocate. Primeggiando in quasi tutte le statistiche. Soprattutto in quella del monte di lancio. Fondamentale.


PARMA – BOLOGNA 0-5

Successione punteggio:
Bologna: 0 0 0 2 1 2 0 0 0 = 5
Parma : 0 0 0 0 0 0 0 0 0 = 0

Battute valide: Parma 4, Bologna 10
Errori difensivi: Parma 1, Bologna 2

Lanciatori
Natale (PR), perdente, 5.2 rl, 6 so, 1 bb, 10 bvc, 1 lp, 1 c, 5 pgl
Mori (PR) 3.1 rl, 3 so, 3 bb, 0 bvc, 0 pgl

Cillo (BO), vincente, 6 rl, 6 so, 1 bb, 3 bvc, 1 c, 0 pgl
George (BO) 2 rl, 3 so, 0 bb, 1 bvc, 1 c, 0 pgl
Delgado (BO) 1 rl, 1 so, 0 bb, 0 bvc, 0 pgl


Azioni

Information

2 responses

18 06 2008
Exterior Mundi

Ho letto il resoconto delle prime due partite di Bologna e ho visto direttamente la partita di lunedì a Parma.
Credo che il 2-1 complessivo per il Bologna sia giusto.
Però devo fare una domanda che vi prego di girare a Nanni: quali mazze usa il Bologna?
Lunedì sera se ne sono rotte quattro o cinque e sono uscite sempre battute valide con palle che si sono fermate nell’erba o con stopponi (a Parma si dice così) dietro la seconda e la terza.
E una domanda anche a lei, sig. Roveri: crede che Parma possa farcela a entrare nei playoff? Tra le squadre in lotta è la sola che deve giocare ancora con Godo e Redipuglia e ha gli scontri diretti pari con il Rimini e favorevoli con il San Marino.
Con simpatia.

18 06 2008
Maurizio Roveri

prevedo un braccio di ferro fino all’ultimissimo inning dell’ultima partita fra Cariparma e San Marino per acciuffare il quarto posto della regular season, l’ultimo utile per partecipare alla post-season dove si compete (con a formula del round robin) per lo scudetto. Le partite-chiave potrebbero essere proprio le sfide del 10 luglio (Cariparma- San Marino) e dell’11 e 12 luglio (San Marino-Cariparma). Poichè non è da escludere un arrivo a pari merito, diventerebbe fondamentale la situazione dei confronti diretti. Nel girone d’andata due vittorie per Parma nel trittico del 15, 16 e 17 maggio.
San Marino è un po’ più consistente nel box di battuta e corre di più sulle basi (oltre ad essere molto abie nel guadagnarsi basi su ball). Parma ha un monte di lancio di maggiore qualità, ma è più corto: e allora è indispensabile che dalla prossima settimana fino al 26 luglio i lanciatori siano tutti in salute.
Le statistiche attuali (considerando anche i “numeri” difensivi) fanno preferire il San Marino, infatti i Titani sono leggermente avanti in classifica: il quarto posto attualmente (dopo il secondo turno del girone di ritorno) appartiene alla squadra di Doriano Bindi). Tuttavia il Cariparma è squadra interessante e – mi sembra – in crescita. Sapientemente gestita da Gilberto Gerali. In grado, dunque, di colmare quel piccolo gap attualmente esistente in classifica. Il calendario è abbordabile, cnsiderando che Zileri e compagni affronteranno sia il Godo sia il Redipuglia, le ultime in classifica, e teoricamente potrebbero essere 6 vittorie. Però c’è quella chiusura fastidiosa, con tre partite allo Jannella di Grosseto…
Domenica scorsa, nella seconda sfida al Falchi con la Fortitudo, mi ha impressionato Roberto Corradini. Per controllo, precisione, solidità mentale. Oltre, ovviamente, ad un grande Leo Zileri. Se Corradini lancerà sempre su questi livelli, diventerà difficile battere Parma nelle partite dei lanciatori di scuola italiana. Però, perdurando l’indisponibilità di Stefano Bazzarini, il monte di lancio è corto. Sono soltanto in sei per ogni trittico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: