IBL, la capolista Fortitudo in trasferta a San Marino. Gasparri è out, si rivedrà Landuzzi catcher? Titani senza Matamoros

6 06 2008

di CLAUDIO ADELMI

Ancora una trasferta per i biancoblu allenati da Marco Nanni e ancora un impegno difficile contro una squadra, la T&A San Marino, impegnata nella lotta playoff e attualmente al quarto posto, ex aequo con il Parma, a sei lunghezze dalla squadra bolognese.
Rimandata per impraticabilità del campo l’amichevole prevista ieri contro la Nazionale di Mazzieri, i petroniani si sno cncentrati su questa sfida, con un occhio all’infermeria, reparto quest’anno purtroppo sempre affollato.

Mentre Pantaleoni e Liverziani, infatti, sembrano avviati sulla via della completa guarigione, capitan Frignani lamenta ancora dolori alla mano colpita diverse settimane fa, un contrattempo che non esclude tuttavia un suo impiego a San Marino, quanto meno nel lineup. Lino Connell lamenta invece un fastidio ad una gamba, ma conta di esserci per il trittico, anche se il suo impiego sarà attentamente valutato dallo staff tecnico. Chi invece molto difficilmente sarà della partita è Manuel Gasparri, del quale ancora è da valutare l’entità del serio infortunio al ginocchio rimediato a Rimini. Dunque, le rotazioni operate dal manager bolognese dovranno tener conto di questa nuova situazione e non è da escludere che sotto il Titano si possa tornare ad ammirare, per una gara o per qualche ripresa, Stefano Landuzzi a difendere il piatto di casa base.

Una Fortitudo, dunque, “acciaccata” nel fisico ma non nel morale, dall’alto della performance ottenuta nel girone d’andata, chiuso al primo posto, con 18 vittorie e 3 sconfitte e un ampio margine sulle avversarie. In più, il monte di lancio si presenta viceversa al gran completo, con l’aggiunta di Matteo D’Angelo, che nella gara del suo rientro in squadra ha festeggiato con una importante vittoria. Dunque, Marco Nanni può operare molte rotazioni ed ha la possibilità, almeno sulla carta, di proporre eventuali sorprese nella scelta dei partenti delle tre partite, anche se con ogni probabilità vedremo la consueta successione (Matos il venerdì, Cillo e Betto il sabato). Non si sbilancia, comunque, in proposito il manager bolognese, che punta a tornare vincente anche da questa trasferta (tradotto, almeno con un paio di vittorie).

Il San Marino è comunque una compagine capace di riservare sorprese, forse la più imprevedibile del torneo. L’unica capace di battere almeno una volta la Fortitudo nei primi cinque weekend, quella che ha sfiorato la clamorosa tripletta sul campo del Grosseto, quella però che ha anche ceduto due gare al Parma e due al Rimini, che potrebbero pesare negativamente in chiave playoff. Un attacco dal grande potenziale, esplosivo in precampionato, che tuttavia raramente riesce ad esprimersi (media battuta .246, meglio solo di Godo e Redipuglia). Solo l’ottimo Wuilliams Vasquez, esterno ex Avigliana, batte con media oltre i .300 (per l’esattezza un eccellente .387, con 2 doppi, 3 fuoricampo e 14 RBI), mentre gli altri sono decisamente al di sotto delle attese. Sheldon e Buccheri in particolare (quest’ultimo però condizionato dagli infortuni). Sempre pericoloso invece De Biase (.291 con 3 doppi, 3 homer e 14 RBI), e su buoni livelli anche Matamoros e Rovinelli.

Più articolata invece l’analisi sul rendimento del monte di lancio, comunque obiettivamente migliorato rispetto alla stagione scorsa, anche se qualche problema permane. In particolare non ha del tutto convinto finora Horacio Estrada, chiamato a sostituire l’infortunato Figueroa (vincente dell’opening game di Bologna), che in quattro gare ha ottenuto una vittoria, ma anche una sconfitta e una media PGL di 4.22. Per contro il suo rilievo, l’esperto Looney, vanta una media eccellente di punti guadagnati (0.92 in 29.1 riprese), ma non è andato anch’egli oltre a una vittoria e una salvezza, a fronte di una sconfitta. E’ da rilevare che, oltre a Estrada, siano anche gli altri lanciatori partenti, Marrone (5.16, 2 vinte e 3 perse) e Tonellato (4.14, 1 vinta e 1 persa), a presentare le peggiori medie di punti guadagnati, anche se il giovane Matteo va incoraggiato, alla sua prima stagione da titolare. Decisamente più efficaci i rilievi: oltre al già citato Looney, Pete Nyari, recordman delle salvezze (già 5 quest’anno in 9 presenze, con MPGL 2.93), Pedro Orta (1 vittoria e MPGL 3.27), Luca Martignoni (3 vinte, 1 persa, MPGL 3.94), Tiago Da Silva (ottima stagione d’esordio per l’italobrasiliano con 1 vittoria, 1 sconfitta, MPGL 1.19 in 22.2 riprese, fra i migliori del torneo). Ancora ai box invece William Lucena, che avrebbe dovuto rappresentare il migliore rinforzo per la T&A.

Proprio valutando l’efficienza dei rilievi e la compattezza della difesa (terza assoluta, dopo qualche svarione d’inizio stagione) si comprende come la squadra allenata da Doriano Bindi possa rivelarsi un cliente ostico per chiunque, soprattutto difficile da rimontare, una volta che si portasse avanti nel punteggio. Dunque occorre essere aggressivi sin dalla prima ripresa. Inoltre, se gli uomini del Titano dovessero trovare i ritmi giusti al box di battuta, questa squadra ha tutte le potenzialità necessarie raggiungere i playoff. Dopodichè, se questo avviene, il San Marino ha dimostrato di non essere certo carente della mentalità necessaria per conquistare i più grandi obiettivi, anche in veste di outsider. I Titani comunque debbono fare i conti con una situazione infermeria anche per loro non troppo felice: agli acciaccati Lucena e Buccheri infatti si aggiunge Matamoros, infortunato nel weekend di Nettuno.

In conclusione, gare serali “finalmente” con l’orario estivo (inizio ore 21); dirette integrali su internet di Ciao Radio per le tre partite (www.ciaoradio.com) e alle consuete frequenze (90.100 e 91.200) per le gare del sabato.

Il Programma del weekend, ottava giornata di campionato

• Rangers Redipuglia – MPS Grosseto
(6/6 ore 21 a Ronchi dei Legionari e 7/6 ore 16 e 21 a Buttrio)

• T&A San Marino – Fortitudo Bologna
(6/6 ore 21 e 7/6 ore 16 e 21 a San Marino)

• Cariparma – Telemarket Rimini
(5/6 ore 21 a Rimini*, 6/6 e 7/6 ore 21 a Parma) * diretta RaiSportPiù

• Danesi Nettuno – De Angelis Godo
(6/6 ore 21 e 7/6 ore 16 e 21 a Nettuno)

Nell’anticipo televisivo di giovedì, il Cariparma ha vinto a Rimini per 5 a 4.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: