Giovanni Carrara, l’orgoglio del vecchio campione. “Siamo sempre il Nettuno e lo dimostreremo. A partire da Rimini”

30 04 2008

di GIOVANNI COLANTUONO

Nella prima uscita di Godo aveva stentato. Contro il Grosseto ha deluso. Giovanni Carrara sta faticando. Colpito a ripetizione da Ramos e compagni, uscito tra lo stupore dello Steno Borghese che non riconosce più il Carrara dello scorso anno. Cioè il lanciatore che con il suo arrivo a Nettuno aveva rilanciato la squadra di Bagialemani, guidandola fino alla grande serie finale contro il Grosseto. Per lui il momento non è dei migliori, preoccupato anche per le condizioni di salute del suo piccolo figlio. Carrara ha saputo poco prima di entrare in campo contro la squadra di Mazzotti che era stato ricoverato in ospedale.

Giovanni è sceso in campo ugualmente, ma pensate un po’ in quali condizioni psicologiche, e con quale concentrazione dopo quella notizia.

E’ amareggiato, per le tre sconfitte e per la sua cattiva prestazione. Però guarda avanti, pensa in positivo, la determinazione del campione è sempre quela. “Non abbiamo perso il campionato… – ha commentato Carrara alla ripresa degli allenamenti – abbiamo solo perso tre partite di inizio campionato. Non stiamo andando bene, è vero, ma tutti stanno dando il massimo. Presto riusciremo a fare gruppo, ne sono certo. Abbiamo bisogno di giocare per migliorare la condizione e, conseguentemente, il rendimento. L’anno scorso siamo andati in finale, abbiamo lottato per lo scudetto: ebbene, la squadra di quest’anno è ancora più forte, non vedo perché dovremmo fallire”.

Contro il Grosseto hai sofferto, dopo il terzo inning sembrava che tu avessi trovato più controllo, poi quella settima ripresa in cui i maremmani hanno dilagato…

“Non cerco alibi, ma per me venerdì sera è stato difficile giocare – Carrara si riferisce allo stato di salute del figlio – durante la partita mi era arrivata la notizia che il piccolo era uscito dall’ospedale. In campo è andata come è andata, ripeto non cerco giustificazioni alla mia prestazione, ho perso la gara ma credetemi questo Nettuno tornerà subito forte”.

Ora si va a Rimini

”Speriamo di avere più fortuna soprattutto nel box di battuta, perché contro il Grosseto in alcuni frangenti importanti siamo stati anche sfortunati- osserva Carrara – serve il gruppo, andiamo a Rimini tutti determinati e riusciremo a fare bene, siamo il Nettuno e partita per partita dobbiamo giocare per vincere. Il campionato è appena iniziato e certe sconfitte ci possono stare, l’importante è riprendere subito il cammino”.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: