Le altre partite: vincono Fortitudo, Rimini e San Marino. Oggi Bologna-Parma “gara3”

27 04 2008

Oltre alla terza sfida dell’importante trittico dello “Steno Borghese” fra Nettuno e Grosseto (remake della finale-scudetto dell’estate scorsa), ieri sera si è giocato sui diamanti di Parma, di Buttrio e di San Marino. Il Rimini a Buttrio sul campo del Redipuglia e il San Marino in casa (contro Godo) hanno completato la tripletta. Come hanno fatto i campioni d’Italia del Montepaschi Grosseto a Nettuno. Bologna è sul 2-0 contro il Cariparma avendo espugnato per due sere di seguito lo stadio Europeo di Parma. Oggi il derby emiliano completa il suo trittico al Falchi di Bologna, dove si annuncia una spettacolare sfida sul monte di lancio fra Cody Cillo e Mike Natale. Ecco i resoconti delle partite di ieri sera, a Parma, Buttrio e San Marino:

Cariparma – Fortitudo Bologna 2-4 (garadue)

La Fortitudo Bologna ottiene il secondo successo (4-2) sul campo del Cariparma.
Parma sembra prendere il sopravvento su Betto al primo attacco ma, con corridori in prima e terza, Pascual Matos e Garcia Belizzi vanno in crisi di fronte ai cambi di ritmo del lanciatore partente bolognese, che chiude la ripresa mettendoli al piatto.
Bologna passa in vantaggio al secondo. Inizialmente la Fortitudo approfitta di 2 errori di tiro del catcher Bertagnon, su altrettanti tentativi di rubata, e di una palla persa nei fari da Pascual Matos all’esterno sinistro. Poi Juan Pablo Angrisano colpisce un fuoricampo da 2 punti a sinistra.
I 3 punti di questa ripresa saranno la chiave della gara. Bologna segnerà infatti solo un’altra volta al quarto (doppio di Angrisano e singolo di Gasparri). Uscito il partente Mori (6 valide e 3 basi in 3 riprese), i rilievi Salsi (3 valide e 2 strike out) e Corradini (una valida e 2 strike out in 2.2 riprese) completano la gara senza concedere altre segnature.
Parma a sua volta spreca. Al terzo ad esempio, con un out, Pascual Matos parte di gran carriera dalla prima su una volata e regala letteralmente un eliminato agli avversari.
L’ultimo brivido arriva all’ottavo. L’ottimo Fabio Betto (6 strike out, 6 valide e 1 base in 7 riprese) lascia il monte a Lopez Delgado. La partita del cubano naturalizzato dura solo 2 uomini: singolo di Zileri, errore di tiro in prima che manda Zileri in seconda, e base a Munoz. Nanni corre ai ripari e chiama dal ‘bull pen’ Fabio Milano. Il mancino elimina in sequenza Pascual Matos, Garcia Bellizzi e Bertagnon e chiude la partita concedendo solo una valida a Biagini. L’ultima eliminazione Milano la ottiene lasciando al piatto il ‘pinch hitter’ Finetti.

Parma e Fortitudo chiudono la serie al “Falchi” di Bologna alle 15.30 di domenica 27 aprile. In pedana saliranno i lanciatori italiano, anche non ASI. Nella sostanza si gioca a Bologna Gara 2 della serie.

Redipuglia – Rimini 1-4
La Telemarket Rimini completa la sua prima tripletta stagionale battendo (4-1) a Buttrio i Rangers Redipuglia.
Il Rimini parte benissimo contro Cossar. Santora colpisce un doppio e Alexander lo segue con un singolo. Santora è out a casa, però il vantaggio romagnolo è rinviato di poco, visto che Amaury Garcia colpisce un fuoricampo da 2 punti. Chiarini, che aveva guadagnato la base, segna il terzo punto sul doppio di Melo.
Cossar (8 strike out e 7 valide in 6 riprese) però si riprende e tiene a zero i Pirati fino al sesto, quando Melo (doppio) segna su singolo di Balgera.
Nonostante il vantaggio del Rimini non lieviti, i Rangers non sono mai veramente in partita. Contro Sandy Patrone ottengono infatti solo 3 valide in 7 riprese e la quarta (come le precedenti, un singolo) arriva contro il veterano Cabalisti.

San Marino – Godo 9-4
Anche la T&A San Marino fa tripletta, imponendosi (9-4) sul suo campo al De Angelis Godo.
San Marino conduce la gara con sicurezza fin dall’inizio, ma è quando Godo tocca casa base con Tanesini al settimo (volata di sacrificio di Messineo) che la chiude definitivamente. Al cambio campo contro Del Bianco, rilievo di Lino Luciani (4 valide ma 5 basi in 6 riprese), Vasquez colpisce un homer a destra con tutte le basi occupate.
Godo ha abbastanza successo contro i rilievi Martignoni e Nyari, ma a quel punto la gara è chiusa.
Matteo Tonellato firma la vittoria per la T&A concedendo solo 1 valida in 6 ripresa; non fosse per qualche problema di controllo (5 basi) la sua prestazione sarebbe da incorniciare.

Riepilogo risultati di sabato sera
Cariparma-Fortitudo Bologna 2-4
Danesi Nettuno-Montepaschi Grosseto 7-8 (12 riprese)
Rangers Redipuglia-Telemarket Rimini 1-4
T&A San Marino-De Angelis Godo 9-4

La classifica
Montepaschi 1000 (6 vittorie-0 sconfitte); Fortitudo Bologna 800 (4-1); Telemarket e T&A 667 (4-2); Danesi 500 (3-3);Cariparma 400 (2-3); De Angelis e Rangers 0 (0-6)

In campo domenica 27 aprile
Fortitudo Bologna- Cariparma (ore 15.30, lanciatori italiani anche non di ‘scuola italiana’; nella successione degli incontri è “gara 2”)

Annunci

Azioni

Information

3 responses

27 04 2008
marco

Sig. Roveri, vorrei farle una domanda:
Come è possibile che bologna che non ha un main sponsor è in grado di schierare come sabato sera un line up che su 9 aveva almeno 8 battitori pericolosi e Parma che ha uno sponsor fra i più importanti della lega ha un line up dove solo Munoz dà sicurezza mentre da tutti gli altri è più facileaspettarsi un out che una valida?
E poi Pascual Matos a 1su 20!!!!!!!! è semplicemente ridicolo. Come ha fatto ad arrivare in major league è un mistero, secondo lei aspettarsi un taglio è lecito o non avremo questa liberazione (ieri sera è stato anche fischiato e a Parma negli ultimi anni non ho mai sentito fischiare nessuno)

27 04 2008
Maurizio Roveri

Parma ha uno sponsor importante, è vero, tuttavia la società potrebbe non avere le risorse economiche necessarie per costruire una squadra più competitiva. Oppure, sul mercato straniero non è stata felice (o non è stata fortunata) in certe scelte.
La Fortitudo Bologna di sicuro non naviga nell’oro, stava meglio qualche tempo fa, però ha lavorato bene sul mercato proponendo quest’anno una formazione sicuramente più compatta, più equilibrata rispetto a quella della stagione scorsa.
Il Cariparma in questo momento sta pagando l’assenza di Javier Ortiz. Indipendentemente da questo contrattempo, mi sento di dire che la dirigenza ha scelto bene con Mike Natale ma esprimo grossi dubbi sulla scelta di Pascual Matos e di Josmir Romero. I quali non mi sembrano all’altezza.
Non sarebbe saggio nè giusto esprimere dei giudizi categorici su giocatori nuovi dopo appena due settimane di campionato. Però fatico a pensare che Pascual Matos sia il personaggio che possa fare la differenza. E il Cariparma, invece, ha proprio bisogno di un battitore che faccia la differenza.

28 04 2008
micio

Vorrei solo far notare che i dubbi su Pascual Matos (Cariparma) li espressi in altra discussione ben prima che arrivasse e fui attaccato duramente.
Ora, è ancora molto presto per dare dei giudizi definitivi, ricordo che per Camilo lo scorso anno fino a fine maggio si parlava di taglio, poi è diventato il miglior straniero dell’anno, quindi a questo punto mi sembra giusto aspettare.
Semmai i dubbi bisognava averli prima di prenderlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: