Italian Baseball League, si parte senza Ortiz. Fra Parma e Rimini è già polemica

17 04 2008

di MAURIZIO ROVERI

Italian Baseball League. Si parte. Con due anticipi comincia questa sera l’edizione 2008 del massimo campionato di baseball. E mentre le telecamere di Rai sport sat dallo stadio “Roberto Jannella” di Grosseto faranno entrare nelle case degli italiani i lanci carichi di effetti del vecchio drago Lincoln Mikkelsen, gran maestro del controllo e dei cambi di velocità, allo stadio Europeo di Parma va in scena un appassionante derby emiliano-romagnolo. Il Cariparma fronteggia la Telemarket Rimini. Stasera nella città ducale, venerdì sera e sabato sera nella Casa dei Pirati riminese. Si comincia senza Javier Ortiz. Come Doubleplay aveva anticipato, dandone la notizia già al termine del torneo precampionato di Bologna, il poderoso pitcher colombiano del Cariparma è ancora impegnato nei playoff della Lega colombiana. E pertanto indisponibile, attualmente, per Gibo Gerali manager della squadra emiliana. A Parma lo hanno atteso inutilmente nei giorni scorsi.

Si comincia senza un protagonista. E si comincia pure con una… polemica. Parlando della squadra romagnola, il presidente della società di Parma, Rossano Rinaldi, ha di recente commentato: “Sulla carta il Rimini ha un parco giocatori nettamente superiore, ma lo si diceva anche l’anno scorso e poi la squadra romagnola deluse. L’amico Zangheri investe sempre moltissimo nel mercato, ma non è che poi raccolga molto”.
Immediata e anche piccata la reazione dalla Romagna. La risposta arriva dal forum del Baseball Rimini. Dove si legge: “Un autogol clamoroso da parte del Presidente del Parma. Dategli l’albo d’oro da leggere: dal 1975 “solo” 11 scudetti, e tutti a firma di Zangheri! Forse il signor Rinaldi farebbe meglio a guardare in casa sua (o a documentarsi), Rimini è la squadra più vincente dal 75 ad oggi”.
Okay, un po’ di pepe ci vuole. Per rendere più stuzzicante ed eccitante questa sfida che domani si sposta in Romagna.
Come manager Gerali cercherà di risolvere il problema dell’assenza di Ortiz? Palla nelle mani di Josmir Romero, l’altro lanciatore straniero che di Ortiz dovrebbe essere il rilievo. Romero “partente”, dunque. Sarà lui il primo a salire sulla collinetta. Non ha brillato in precampionato. Bisognerà verificarne la resistenza. La strategia di Parma prevede che se Romero dovesse reggere diversi inning, con la prospettiva di un successo, potrebbe poi entrare Roberto Corradini o addirittura Mike Natale. Se viceversa Romero si trovasse presto in difficoltà, o comunque la partita del Parma fosse decisamente in salita, Gerali potrebbe “sacrificare” sul monte il prima base Biagini. Per giocarsi poi le sue carte migliori (Natale, Corradini, Salsi) nelle altre due partite.

FATECI SAPERE LE VOSTRE OPINIONI – 
La gara di stasera a Grosseto (inizio ore 21) sarà trasmessa in diretta da Rai Sport Sat, che anche in questa stagione proporrà ogni giovedì un appuntamento con il baseball in diretta. Per l’esordio il canale tematico dell’emittente di Stato ha preparato una presentazione in grande stile della stagione: il collegamento inizierà infatti alle 20.30 e saranno ospiti il Presidente Federale Riccardo Fraccari e il manager della nazionale di baseball Marco Mazzieri.
 A Parma invece la partita avrà inizio alle ore 20,30. Doubleplay vuole augurare buon campionato a tutti: ai giocatori, ai tecnici, agli arbitri, ai dirigenti, alla Fibs, agli sponsor, agli organi d’informazione. E soprattutto agli appassionati, che vorremmo vedere sempre più numerosi sulle tribune dell’Italian Baseball League. E proprio gli appassionati del “meraviglioso gioco del baseball” vogliamo coinvolgere. Da oggi fino al 6 settembre (eventuale gara7 delle finali scudetto). Scriveteci. Mandateci i vostri commenti, pubblicheremo le vostre opinioni tecniche sulle partite che vedrete.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

17 04 2008
paolo palmieri

Io non potro` vederla, questa sfida, ma chiedo ….. e` proprio necessario che le partite del massimo campionato italiano di baseball debbano cominciare alle 20,30? Perche` le societa`non giocano dalle 19,00 / 19,30? Forse non si sono accorti che le partite durano mediamente 2,30h e piu` ed ai media non puo`interessare uno sport che finisce quando i giornali sono gia` in distribuzione ?
Meglio sarebbe per le societa` se all`interno degli stadi (non campi da gioco con i tubi Innocenti per tribune), ci fossero strutture confortevoli per ospitare famiglie per cena , locali per il merchandising e intrattenimento . Se vogliamo l`aiuto degli americani ( soldi ) allora dobbiamo copiarne anche i lati migliori .

18 04 2008
Maurizio Roveri

A tutto questo ci si deve arrivare. Necessariamente. Ma gradualmente, se e quando ci sarà il professionismo. Per il momento il baseball italiano non ha le risorse, non ha la mentalità, non ha i dirigenti-manager per compiere un tale salto di qualità. Tuttavia, ribadisco, bisognerà arrivarci. E sarà una svolta epocale per questo sport in Italia. Chiaramente è un percorso complesso, considerando che molta gente del baseball italiano ha un’altra professione. Parlo di giocatori, tecnici, dirigenti. Perchè non si vive di baseball (tranne i giocatori di scuola straniera). Il nostro baseball, com’è strutturato adesso, non è nè carne nè pesce. Lo sa perfettamente Riccardo Fraccari. Che si sforza di pensare in grande. E provocare accelerazioni verso il professionismo. Il presidente della Federazione Italian Baseball e Softball afferma con decisione che il giochino deve diventare un prodotto, in grado di produrre ricavi. Soltanto così si potrà entrare in una nuova dimensione. Altrimenti meglio fare due passi indietro e tornare alle due partite settimanali, al baseball di venticinque-trent’anni fa.

18 04 2008
vito

Presentazione in grande stile?
Sembrava la telecronaca dei ridolini. Telecronisti a cui volano i fogli, a cui viene servito un caffè o qualcosa di caldo, i tifosi locali che suggeriscono la formazione… O spiegate ai cameramen cosa e quando inquadrare o ci sarà da ridere… In apertura di telecronaca ” gran bel colpo d’occhio allo Janella”..boh, ci saranno state 30 persone sotto l’ombrello…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: