Clamoroso: Alessandro Maestri convocato con i Chicago Cubs di Major League!

16 03 2008

di MAURIZIO ROVERI

Live from Mesa. Dalla corrispondenza americana che Alessandro Maestri tiene quasi quotidianamente su Play it USA (il portale per solo appassionati di sport americani) scopriamo una notizia clamorosa. Il ragazzo romagnolo di Torre Pedrera, che ha cominciato ai primi di marzo la sua terza stagione americana con lo spring training dei Chicago Cubs a Mesa in Arizona, vivrà oggi (domenica 16 marzo 2008) la giornata più straordinaria e più eccitante di questa sua avventura in USA. Ieri, dopo l’allenamento, Alessandro Maestri s’era fermato al campo per vedere la partita della squadra di Doppio A che fa parte dell’Organizzazione dei Cubs. Ad un certo punto il “grande capo” dei lanciatori, cioè il Coordinatore dei pitching coach, lo ha fatto chiamare. E quando Alessandro è stato lì, davanti a lui, si è sentito dire: “Domani alle 7,15 devi essere qui. Vestiti elegante, vieni via con noi”. E per “noi” s’intende la PRIMA SQUADRA. Sì, i Cubs di Major League! Alessandro Maestri sarà con loro, stasera. In una partita di preparazione al campionato, alla “Hohokam Park” di Mesa, dove gli uomini di manager Lou Piniella si confronteranno con gli Anaheim Angels. Un ragazzo italiano di 22 anni nel gruppo d’una squadra di Major. Clamoroso, sensazionale, quasi incredibile. Un evento.
Una notte da vivere fra i marziani, con i brividi dell’emozione che galopperanno lungo le braccia, e gli occhi gonfi di stupore.
Ovviamente Alessandro sa bene che difficilmente metterà piede in campo. E’ stato convocato come backup. Ma è già straordinario essere lì, nel dugout al fianco di personaggi come il mitico Carlos Zambrano, come Alfonso Soriano, Ryan Dempster, Derreck Lee, Ryan Theriot. E sentirsi, almeno per un giorno, uno di loro. Un giocatore della Major League. E respirare il profumo di quel mondo magico. Maestri lo assaporerà, per un momento, questo profumo (poi, è chiaro, che… tornerà sulla terra e da lunedì riprenderà i suoi allenamenti, con la speranza quest’anno di passare dal Singolo al Doppio A).
Ma verrà un giorno – chissà – che le porte del paradiso potrebbero davvero spalancarsi davanti ai suoi occhi. Entrare nel mondo dei marziani. E’ il grande sogno americano che Alessandro insegue da quando, nel 2005, firmò un contratto professionistico con i Chicago Cubs. Diventando il primo lanciatore, nella storia del baseball italiano, ad entrare nella Organizzazione di una franchigia della MLB. In fondo, Alessandro è venuto in America per questo. Sta lavorando duro per questo. E’ la sua missione. E’ giovane, determinato, tenace. Ha fisico e talento. E una gran bella palla veloce. In questo mese di marzo nel caldo dell’Arizona gli hanno misurato lanci che hanno raggiunto una velocità di 95 miglia.
La partita dei Cubs contro gli Angels è alle 21, ora italiana. E la si potrà vedere. Chi è abbonato a MLB TV non potrà perdersi questo appuntamento. Accenda il computer perché… potrebbe anche succedere di vedere un ragazzo italiano giocare in Major League. Seppure in una partita di spring training. Sarebbe una notizia da prima pagina. Ma a mio parere è già da prima pagina anche così: un giovane giocatore del nostro baseball convocato per una partita da una franchigia della Grande Lega statunitense. Il problema è che i giornali italiani certe notizie non sanno valutarle.
Intanto dalla riviera romagnola, da Torre Pedrera, si annuncia una serata speciale: birra a volontà al Clubhouse del Torre Pedrera Falcons per festeggiare l’avvenimento. Perché è da qui, da Torre Pedrera, che è cominciato il cammino di Ale Maestri nel baseball. Un talento che l’Accademia FIBS di Tirrenia ha coltivato e valorizzato, insegnandogli tante cose, soprattutto trasmettendogli entusiasmo, ambizione, la mentalità giusta, l’abitudine al rigoroso lavoro. San Marino ha avuto il merito di lanciare Maestri in serie A. Poi, l’avventura americana. Cominciata da Alessandro nel 2006, appena ventenne. Due stagioni in Singolo, con i Peoria Chiefs. Ora i tempi sembrano maturi per il salto di qualità. Se verrà promosso in Doppio A, entrerà nella storia del baseball italiano perché mai, in passato, un giocatore di scuola italiana (Toro Rinaldi nel lontanissimo 1965, poi oltre un ventennio più tardi i vari Liverziani, Rigoli, Mazzanti, Imperiali, Castrì) è andato più in la del Singolo A.
Nel Prospect Handbook pubblicato da Baseball America (pubblicazione considerata un’autentica Bibbia per quanto riguarda le giovani promesse del baseball) Alessandro Maestri viene inserito fra i migliori trenta prospetti della sua franchigia: i Chicago Cubs. Anzi, è collocato al numero 23. Gli espertissimi del baseball americano dicono di lui che ha legittime possibilità di diventare un giocatore da Major League. E che è un lanciatore veloce, con buon controllo, in possesso di uno slider fra i migliori del system dei Chicago Cubs. C’è da esserne fieri.

Annunci

Azioni

Information

6 responses

16 03 2008
vitaliano82

bella notizia, se ne dovrebbe parlare di più, sia di questa impresa che del baseball in generale.
io purtroppo sono molto ignorante di baseball, mi sono fatto spiegare anche le regole da alcuni amici che ci hanno giocato, ma in tv è difficile vederlo e dalle mie parti non penso esista un gruppo sportivo.
peccato perchè mi sarebbe piaciuto provarlo.

Vitaliano
http://yellowcar.wordpress.com

16 03 2008
Riccardo Schiroli

Volevo solo segnalare al lettore l’archivio di video on demand che si trova sul sito FIBS a questa pagina

http://www.fibs.it/video/video.asp

16 03 2008
pino

Bellissima notizia e ne siamo tutti orgogliosi, però penso a tutti quei ragazzi che hanno le qualità ma non le stesse opportunità.

17 03 2008
Leonardo Schianchi

Ciao a tutti
Volevo lasciare un commento a questa importante notizia,ed augurare ad Alessandro un grande futuro. Se lo merita. L’ho conosciuto da ragazzino quando ho militato nel San Marino, ed il padre era il medico sociale: una persona speciale ed appassionata del nostro sport , pure Lui. Già allora, si diceva un gran bene di qusto ragazzo, ed adesso i semi stanno dando i frutti sperati.
Forza Alessandro siamo tutti con te. La grande lega é ad un passo.
Il Baseball Italiano ha bisogno della tua energia e del tuo braccio, come ha bisogno della serietà e della passione di persone come tuo padre, che saluto con grande affetto ed amicizia.

18 03 2008
Stefano Ciani

ciao alessandro, io purtroppo non ti conosco personalmente ma penso che tu sia veramente molto di piu’ di una speranza per il nostro sport. Sei l’unico che ce la puo’ fare ad arrivare in Grande Lega e io spero proprio che tu ci riesca. Vedere che ci sono persone importanti del nostro sport come Leo Schianchi che ti sostengono, deve essere per te uno stimolo in piu’. Ti faccio i miei piu’ grandi auguri per un futuro sempre migliore…..

25 03 2008
Alessandro Maestri

Ciao Ragazzi,
Solo oggi mi sono accorto che qualcuno aveva lasciato commenti in seguito a questo articolo…Volevo solo ringraziarvi! Grazie anche a Schianchi per la stima verso mio babbo…. Speriamo in una bella stagione quest’anno!
Saluto 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: