Rayner Bautista è l’interbase di Bologna

7 03 2008

di MAURIZIO ROVERI

La Fortitudo Bologna ha il nuovo interbase. E lo annuncerà ufficialmente nei prossimi giorni. Siamo in grado di darvi l’anticipazione. Si chiama Rayner Bautista, ottimo difensore e decoroso battitore (pur con qualche strikeout di troppo…). Con la casacca biancoblù addosso prenderà il centro del diamante, sostituendo Jimmy Alvarez che non era un interbase naturale e che non è stato riconfermato. Bautista è il prodotto di quel beisbòl dominicano che sta invadendo l’Italia, e che rifornisce di campioni e di interessanti prospetti il mondo professionistico americano.
Ventinovenne, nativo di Nizao Bani piccola città ad un’ora di macchina a sudovest di Santo Domingo. Non è una “fabbrica di talenti” come San Pedro de Macoris, ma anche Nizao Bani… si difende bene: da qui proviene il grande Miguel Tejada, 11 stagioni in Major League fra Oakland e Baltimore. E a Nizao Bani sono nati altri giocatori della Lega Maggiore statunitense: Deivi Cruz, Vladimir Guerrero, Jesus Sanchez, Carlos Valdez, Efrain Valdez.
Rayner Bautista nel magico mondo della MLB non c’è mai arrivato, tuttavia lo ha sfiorato per un paio d’anni: quando nel 2004 e nel 2005 è stato invitato dai Detroit Tigers al loro Spring Training.
La Major è rimasta un sogno. Tuttavia Rayner Bautista si è fatto apprezzare nelle 10 stagioni vissute in Minor League. Dopo essere stato firmato dalla Organizzazione dei Detroit Tigers nel 1995, ha giocato in rookie league all’età di 18 anni nel 1997. In quella stagione è passato in A+. Ed è stato inserito, come shortstop, nella All Star della Gulf Coast League. Dopo altre esperienze in Singolo, Bautista è arrivato in Doppio A nel 2002 e in Triplo nel 2004 con la squadra di Toledo (affiliata ai Detroit Tigers). Passato nell’Organizzazione dei Baltimore Orioles, ha giocato per Bowie in Doppio A nel 2006 e poi nell’Atlantic League dell’Independent l’anno scorso. In totale, nelle sue 10 stagioni in Minor, Rayner Bautista ha giocato 982 partite (quasi tutte da interbase e una parte in seconda base). I suoi numeri: 263 di media-vita, 920 battute valide (196 doppi, 29 tripli, 61 fuoricampo), 395 punti battuti a casa, 193 basi su ball guadagnate e 842 gli strikeout subiti. Apprezzabili le sue percentuali difensive. In Triplo, ad esempio, nel 2004 ha giocato 60 partite (22 da interbase, 30 in seconda base e anche 8 in terza) confezionando 142 assistenze e commettendo soltanto 4 errori.
In Independent League, l’anno scorso, il nuovo interbase di Bologna ha mosso molto bene la mazza: 299 di media-battuta e 435 di slugger. Se Bautista confermasse queste cifre nel 2008 in Italia, Marco Nanni (capoallenatore della Fortitudo) toccherebbe il cielo con un dito…
Intanto è già importante (e fondamentale) il fatto che sia un interbase “di ruolo” e non un interbase con problemi di posizione com’era Jimmy Alvarez (il quale veniva anche da uno stop per infortunio e faticò anche a recuperare il ritmo-partita).
Lasciano perplessi i troppi strikeout di Bautista. E le poche basi su ball guadagnate. Caratteristiche che potrebbero renderlo inadatto alla posizione di “leadoff”. Il primo uomo nell’ordine di battuta dev’essere un giocatore con grande occhio, freddo, controllato, abile nel selezionare i lanci e, conseguentemente, nel guadagnarsi le basi su ball. Sono le risorse di Lino Connell, vecchio mestierante di vasta esperienza che – oltre a battere singolo una volta su tre turni nel box – s’è preso un buon numero di basi su ball nel campionato scorso. La capacità di Connell nel muoversi con furbizia sulle basi, fa poi il resto. Essendo giocatore di profonda conoscenza del gioco. Ecco perché ritengo che il venezuelano sia l’ideale per la posizione di leadoff (sicuramente più di Pantaleoni, che va poche volte in base su ball). Bautista eventualmente potrebbe essere utilizzato nello spot numero 2 del lineup, con Liverziani terzo e l’ultimo acquisto straniero (ancora da definire, cioè l’esterno centro) come cleanup.

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: