Gustavo Martinez (ex Triplo A) per Rimini

6 03 2008

di MAURIZIO ROVERI

Altro bel colpo di mercato messo a segno dalla Telemarket Rimini. Il Club dei Pirati si è assicurato le prestazioni del lanciatore Gustavo Martinez, interessante “prospetto” dominicano che – all’età di 27 anni – vanta già quattro stagioni in Doppio A, tre stagioni in Triplo e una in Independent nell’Atlantic League. Va ad aggiungersi a Matt Beech per la partita del lanciatore straniero. Con questo tesseramento, Rimini completa il cast dei suoi extracomunitari per l’Italian Baseball League 2008. Il prestigioso interbase Manny Alexander (un grande “veterano” , 11 stagioni in Major League), l’apprezzatissimo prima base-terza base Juan Melo (che ha fatto parte del roster delle Tigres del Licey, la formazione dominicana trionfatrice della recente Serie del Caribe) e l’ottimo interno Amaury Garcia (giustamente riconfermato dopo essere stato ammirato interprete l’anno scorso sul diamante della Casa dei Pirati) sono gli altri extracomunitari della squadra affidata ancora a Mike Romano.
Nato il 9 novembre 1980 a Santo Domingo, Martinez (full name Gustavo Adolfo Martinez) è stato firmato dai Seattle Mariners nel 1998 quand’era appena diciassettenne. Una stagione in rookie league in Arizona, nel 2000. Poi, un 2001 esplosivo partendo dal “Singolo A-” di Everett per balzare addirittura al Triplo A con Tacoma, dopo essere passato dal Doppio A di San Antonio. Anche nelle stagioni successive fa da “ballerino” fra il Texas e lo Stato di Washington. Chiude la sua esperienza nell’Organizzazione dei Seattle Mariners nel 2004. Lo condiziona un infortunio, che lo porta (per un completo recupero) a giocare nelle Leghe di Sviluppo della Repubblica Dominicana: sono i campionati estivi, quelli dove giocano i giovani prospetti delle varie Accademie appartenenti alle Franchigie americane della Major League.
Riecco Gustavo Martinez in sella nel 2007, sul monte di lancio di Lancaster, in Independent.
Complessivamente, nelle sue sei stagioni di Minor League, il ragazzo di Santo Domingo ha giocato 159 partite. Le statistiche dicono: 631 inning lanciati, 40 partite vinte e 39 perdute, con una media-PGL di 3.68. Confezionando 530 strikeout, 304 le basi su ball e 597 le battute valide concesse.
Che tipo di lanciatore è? Diciano subito che sa fare il suo mestiere. Ha controllo, tira strike. La palla non è particolarmente veloce, ma sa dove piazzarla, lavora con abilità sui fili del “piatto”, sa dosare bene i lanci. Ha caratteristiche da “rilievo” affidabile, però è in grado anche di interpretare il ruolo di “partente”. Ecco, un’arma preziosa nelle mani del timoniere Mike Romano: due pitchers stranieri duttili, da alternare in tutta tranquillità. Entrambi partenti o rilievi a seconda delle strategie.
Non sono nomi altisonanti, Beech e Martinez (l’anno scorso Rimini presentava Hartmann e Cole sul monte di lancio). Ma a volte i “fenomeni” deludono, non offrono il rendimento tanto atteso, com’è stato il caso di Tony Fiore (ex-Major League) proprio a Rimini nel 2007. Per non partlare poi di Cole, che venne tagliato. E dello stesso Peter Hartmann, che non s’è guadagnato la riconferma.
Matt Beech e Gustavo Martinez sono due “Independent”, ciò non significa che vadano apprezzati meno di altri in arrivo da un campionato più prestigioso. Sono proprio i ragazzi provenienti dalla Indipendent League ad avere – spesso – più motivazioni, più “fame” di successo, più voglia di dimostrare qualcosa d’importante.

Annunci

Azioni

Information

One response

6 03 2008
Micio

Non vorrei contraddire la parte finale dell’ articolo, ma solo fare una precisazione.
Beech e Martinez sono 2 nomi ben più altisonanti rispetto ad Hartmann e Cole.
Beech è un lanciatore di grande esperienza con circa 300 riprese lanciate in MLB e tante stagioni di Minors a buon livello, non credo ci sia bisogno di specificare altro, Martinez, tutto sommato ancora giovane, ha alle spalle 3 anni in Triplo A, raggiunto per la prima volta all’età di 20 anni e dove vi ha lanciato 110 riprese prima di doversi fermare per alcuni problemi che ora sembra aver superato, giocando un buon 2007 in Atlantic League e in altre leghe latino-americane.
I due lanciatori del Rimini dello scorso anno avevano come massimo livello raggiunto il Triplo A, ma con risultati ben più scadenti.
Hartmann, veterano con esperienze anche nelle leghe Asiatiche, ha un record vita di 80 inning lanciati in Triplo A con pgl peraltro molto alti, Cole ha solo sfiorato il Triplo A dove vi ha lanciato solo 3 inning.
Sarà poi il campo a dire se questi due nuovi lanciatori si dimostreranno all’altezza. Due cose sono certe: non saranno sulla carta dei fenomeni, ma il loro nome è ben più altisonante di chi, a Rimini li ha preceduti lo scorso anno e soprattutto hanno un grosso vantaggio, fare peggio sarà molto difficile.
Comunque la ringrazio per aver, ancora una volta, anticipato un altro nome con notevole anticipo e visto che sembrano imminenti anche gli annunci del Nettuno, sa qualche anticipazione?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: