Jesus Matos firma per la Lega Messicana

18 01 2008

di MAURIZIO ROVERI

E’ stato in questi anni fra i più spettacolari interpreti del campionato italiano, sicuramente uno dei migliori lanciatori nella storia della Fortitudo Baseball. Jesus Matos in quattro stagioni ha vinto 45 partite, confezionando 580 strikeout. E contribuendo in maniera decisiva alla conquista dello scudetto 2005 da parte dell’Italeri Bologna. Quel singolare modo di avvitarsi nel caricamento quando lanciava la sua “palla veloce”, facendo vedere il numero sulla schiena (casacca n. 56) e lasciando partire il braccio per un’autentica frustata, era diventata un’immagine-simbolo sul monte di lancio del “Falchi”. E poi… quello slider, tagliente come un machete.

Nel 2008 il pubblico dello stadio bolognese del baseball non rivedrà l’arte del pitcher dominicano. E l’Italian Baseball League perderà un protagonista. Jesus ha scelto un’altra strada. Avendo deciso di firmare per la Lega Professionale Messicana. Giocherà in Triplo A, per un club che fa parte dell’organizzazione di una franchigia della Major League.

“E’ una grande opportunità, non sono più un ragazzino, ho 33 anni, non posso lasciarmi sfuggire questa occasione”, ha detto Matos in un colloquio telefonico con Marco Nanni manager della Fortitudo. La società bolognese era pronta a rinnovare il contratto con il lanciatore dominicano. E anche Jesus era contento di ritornare. Poi, è arrivata all’improvviso questa proposta a far sussultare l’uomo di San Pedro de Macoris (la città che fabbrica campioni di baseball). Si tratta di un’offerta economica consistente: presumiamo attorno ai 9 mila-10 mila dollari al mese, vale a dire circa il triplo di quel Jesus che avrebbe guadagnato in Italia. Ad attrarre Matos anche la possibilità di giocare in una Lega professionale di Triplo A e perdippiù sotto l’occhio d’una franchigia importante di Major League come quella di Colorado arrivata quest’anno alle World Series.

Jesus ha appena concluso il suo campionato nella Lega Dominicana, dove ha prodotto ottime cose lanciando per Las Estrellas Orientales. E sono state proprio queste brillanti prestazioni a convincere gli scout che lo hanno osservato. Contattato da un “agente” dei Colorado Rockies, Matos ha accettato di tuffarsi in questa nuova e suggestiva avventura. Sapendo anche a quali rischi andrà incontro. Nella Lega Messicana non sei mai sicuro del domani: se hai difficoltà e il tuo rendimento non è ciò che loro sperano, difficilmente ti aspettano, puoi essere “tagliato” da un momento all’altro e… addio soldi. Matos però è in gran forma, sente di essere all’altezza di un campionato così competitivo ed è motivatissimo: vuol provare le emozioni del Triplo A.

Abbiamo accennato ai quasi secento strikeout che questo pitcher dominicano ha saputo realizzare. Ricordiamo la straordinaria sfida, nel corso della stagione 2004, fra Jesus e il celebre Jaime Navarro. Erano i “signori del monte”, conclusero la regular season entrambi con 150 eliminazioni al piatto. Lo scudetto, quell’anno, lo vinse Grosseto. Però Matos stupì tutti, con le sue 16 partite vinte. Era stato Mauro Mazzotti, manager in quegli anni della Fortitudo Italeri Bologna, a scovarlo nella Repubblica Dominicana e a farlo arrivare in Italia.

Impressionante la stagione 2005, sicuramente la più “mostruosa” di Matos: 12 partite vinte e soltanto 3 perdute. Con uno strepitoso 0.88 di media-PGL in regular season (record nella storia della Fortitudo) e 141 strikeout, nessuna sconfitta nella postseason dove fece registrare un fantastico 0.75 di era. Vinse gara7 dell’emozionante sfida finale con San Marino, mettendo a segno 15 “kappa”.

Della sua ultima stagione bolognese, il 2007, merita d’essere sottolineata una partitissima contro il Nettuno. Vittoria della Fortitudo per 6-1, Matos dipinge un “perfect game” per cinque inning, poi concede una base su ball alla sesta ripresa, un singolo alla settima e… nulla più. Semplicemente maestoso.

Da Bologna al Triplo A della Lega professionale messicana. Matos accarezza un sogno. In bocca al lupo, Jesus.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: