Un Guanto d’oro… all’italiana

14 01 2008

di MARCELLO PERICH

Da che mondo è mondo, da che baseball è baseball, l’assegnazione dei titoli di miglior difensore di una determinata posizione viene decisa solo ed esclusivamente dai freddi numeri. Non vedo, quindi, perché “Sua Presunzione” abbia avuto l’idea di proporre una lista di candidati sulla quale una ristretta Commissione all’interno della FIBS ha effettuato la scelta dei migliori.
In America, dove sul baseball ne sanno più di noi, si stabilisce un numero minimo di azioni difensive, usando un coefficiente moltiplicato per le partite di una stagione. Solo i giocatori che, nei diversi ruoli, hanno raggiunto quel numero sono eleggibili per il guanto d’oro. E, a questo punto, sono le medie che dettano legge.
Chi, fra gli eleggibili, ha la media più alta è il Guanto d’oro.
Punto.
E’ perfettamente inutile, e stravolge tutta la tradizione del baseball, fare dell’assegnazione di un premio – duramente guadagnato sul campo – una sorta di serata finale del Festival di Sanremo.
Il risultato è che ha vinto il guanto d’oro come miglior esterno sinistro un ragazzo, sì, interessante, Stefano De Simoni, ma che ha ricoperto quella posizione poche volte, 11 (delle quali solo 6 da partente). Ed ha anche commesso un errore.
Non ha vinto, invece, chi ha sempre giocato – e bene – a sinistra, con 35 gare, 49 eliminazioni e nessun errore! Mi riferisco a Daniele Frignani, il quale ha chiuso l’intera stagione con un perfetto1000 di media-difesa.
I numeri, sia ben chiaro, decidono anche per tutte le altre categorie del baseball.
Solo il manager dell’anno e il Most Valuable Player vengono eletti da commissioni di esperti.
Fra l’altro mi piacerebbe che la famosa lista dei papabili fosse resa pubblica.
Avremmo più chiaro che metro di giudizio sia stato usato nella scelta dei candidati e dei premiati.
So benissimo che ci sono i giocatori “da compitino”, i quali non osano più di tanto e vanno solo su battute non difficilissime, e ci sono altri giocatori che, invece, per il bene della squadra si buttano su ogni pallina (che comportano anche le prese più difficili) e, inevitabilmente, rischiano l’errore e possono di conseguenza sporcarsi la media. Ma questo è argomento da trattare fra appassionati e addetti ai lavori perché, come ho detto, nel gioco più statistico che esista chi decide sono sempre e solo i numeri.
Quindi: seguire le regole, please!
Lo so: sentirsi una grossa rana in un piccolo stagno puo’ dare soddisfazione, ma un po’ di umilta’ non ha mai fatto male a nessuno. Bene, dunque, ha fatto la Fortitudo Baseball a premiare il suo capitano ed esterno sinistro, Lele Frignani, con il Guanto d’Oro in una recente occasione. Non sono d’accordo, tuttavia, sulla proposta avanzata dal club bolognese nel comunicato stampa del 4 gennaio nel quale viene proposta la formazione di una giuria più “idonea” per assegnare i Guanti d’Oro.
In realtà, per assegnare questo tipo di Premio, non occorre alcuna giuria. E’ sufficiente prendere atto delle statistiche ufficiali, cioè delle percentuali difensive che ogni giocatore della massima serie – nei diversi ruoli – realizza in regular season.

Advertisements

Azioni

Information

6 responses

15 01 2008
Prof Pepper

La media difesa è una statistica un po’ riduttiva per assegnare un guanto d’oro: lo segnali tu stesso, quando scrivi del “compitino”. Un giocatore senza errori ha sicuramente ottime mani, ma non è necessariamente un buon difensore (ci sono da considerare – almeno – il range e il braccio). Frignani, ad esempio, eccelleva in ogni aspetto della difesa (per non parlare del resto), ma gli infortuni – ahilui – hanno ridotto visibilmente il suo range. Finché in Italia non rifiniremo le rilevazioni statistiche (il Zone Rating sarebbe un primo passo) non sarà possibile assegnare il Gold Glove sulla base dei numeri. Perché, nascosta tra le valide subite da qualche lanciatore Fortitudo, c’è un innocuo pop che Lele ha perso nei riflettori (quella partita è finita 1 a 0!).

17 01 2008
Riccardo Schiroli

Presuntuoso come sono, mi sono andato a riguardare il regolamento dei “Guanti d’Oro” assegnati in America. Non sono basati sulla media difesa, bensì sul voto di giornalisti, ex tecnici e tifosi. Inoltre, in America vengono premiati i migliori 3 esterni, senza distinguere le posizioni.

17 01 2008
Prof Pepper

Esatto Riccardo, se ancora non se la sentono loro di basarsi sulle statistiche, figuriamoci se possiamo farlo noi!
Il problema è che da noi difficilmente ci sono persone in grado di dare un giudizio su tutti i difensori per un particolare anno, per questioni logistiche.
Quanti hanno visto almeno una partita di tutti gli interbasi titolari quest’anno? Non credo molti,… e ho posto come condizione una sola partita, in cui può capitare che il migliore commetta due errori!
In passato mi è capitato di vedere due/tre partite a weekend tra Parma, Modena, Bologna, RImini e San Marino. Bèh, onestamente non ritenevo di averne viste abbastanza da esprimere giudizi. In quei periodi credo che poche persone avessero visto più partite/squadre di me.
In conclusione, per ora da noi il premio Gold Glove sarebbe meglio tenerlo da parte.

17 01 2008
Claudio Liverziani

Buonasera a tutti, e’ con grande piacere che partecipo a questo blog.
Ciao Riccardo, ho letto il tuo post sulla questione regolamento Guanti d’Oro e parli di normativa americana ma non capisco cosa c’entri con il nostro modo di assegnare il Guanto d’oro, anche perche’ durante la premiazione a Parma ero presente e sono stati distribuiti per ruoli. Tra l’altro sul premio che mi e’ stato consegnato con mia grande soddisfazione c’e’ scritto “media difesa 1000”. Grazie ed a presto.

17 01 2008
Riccardo Schiroli

Saluto anche Claudio Liverziani.
Attenzione a non mischiare 2 argomenti. Il metodo utilizzato da noi per assegnare i “guanti” non è poi così nuovo, perchè risale all’edizione 2006 ed è stato spiegato con dovizia di particolari sul sito FIBS in questo articolo
http://www.fibs.it/news.asp?id_notizia=5802
pubblicato a novembre del 2006.
Chi formula le proposte alla Commissione (cioè il sottoscritto, che per inciso vede quasi tutte le settimane 4 partite) parte ovviamente da media difesa e range factor. Sul premio di Claudio è stato scritto “media difesa 1000” per enfatizzare l’ottimo risultato, ma la media difesa non è e non può essere l’unico dato su cui si basa l’assegnazione del premio.

Io rispondevo al signor Perich, che contestava il metodo dicendo che in America viene premiato chi ha la miglior media difesa. Non è vero, vota anche lì una commissione. In più, in America non viene fatta distinzione tra le posizioni degli esterni, ma vengono premiati i 3 migliori. Metodo contestabile, che infatti è contestato anche negli USA.

Comunque, sulla questione abbiamo emesso una nota finale, che dovrebbe apparire nelle prossime ore e speriamo chiuda la vicenda. Almeno per quel che riguarda i suoi aspetti “pubblici”.

Chi desidera dialogare con me più a fondo sulla questione, può tranquillamente scrivermi all’indirizzo riccardo.schiroli@fibs.it.

22 02 2008
max

Come è la plebe che non capisce come funziona. Chiediamo scusa a sua Maestà se facciamo perdere tempo con le nostre piccole osservazioni!

Comunque c’è da pensare che uno che ha giocato “solo” 11 partite in quella posizione difficilmente sia da considerare il migliore, neanche il suo allenatore sembra pensarlo.

E basta con questo “in America” !!!! Si continua a COPIARE e anche molto MALE solo quello che a qualcuno fa comodo!!

“Comunque, sulla questione abbiamo emesso una nota finale” detto cosi come succede da qualche anno con questa Federazione non ci resta che dire “UBBIDISCO”

Un Ex – Tesserato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: